Venerdì, 24 Settembre 2021
Coronavirus

Coronavirus, al via i test sierologici per i lavoratori della scuola

La Asl 3 ha diffuso le indicazioni per prenotare l'esame e le linee guida da seguire. Il test è su base volontaria, e la priorità è per i lavoratori di nidi e scuole per l'infanzia

È online da mercoledì pomeriggio il documento con cui la Asl 3 avvia i test sierologici volontari sul persona della scuola di ogni ordine e gradi, pubblica e privata.

A tre settimane dalla riapertura delle scuole, fissata al 14 settembre, anche nel territorio di Genova e provincia scattano dunque i test per i lavoratori del mondo scolastico. Chi lo desidera può sottoporsi al test sierologico rapido per la ricerca di anticorpi, facendo richiesta su base volontaria al proprio medico di famiglia, cui è necessario rivolgersi per prenotare l’appuntamento.

Test sierologico scuola, come richiederlo

Per il personale appartenente alle altre tipologie di scuole (comunali, private, parificate, etc) le scuole potranno inviare all’indirizzo email covid@asl3.liguria.it l’elenco dei docenti e del personale Ata che intende aderire, con l'indicazione di cognome, nome, codice fiscale e recapito telefonico, specificando nell'oggetto dell’email “screening scuole”.

 Il Dipartimento di Prevenzione – S.C. Igiene e Sanità Pubblica, a partire da giovedì 27 agosto, programmerà gli accessi per l'effettuazione dello screening presso:

  1. ambulatorio di Igiene e Sanità Pubblica presso  Via Maggio, 3 (Quarto)
  2. ambulatorio dedicato presso la Piastra Ambulatoriale Ospedale Micone (Sestri Ponente)

Sarà data priorità al personale di nidi e scuole di infanzia, che ripartono già il primo settembre. 

Al test occorre presentarsi con un documento di identità valido. Verrà eseguito un test sierologico rapido che rileva la presenza degli anticorpi IgM e IgG per cui è sufficiente una goccia di sangue, che viene prelevata con un pungidito ed esaminata in un kit portatile ottenendo riscontro immediato. Non occorre alcuna preparazione e/o digiuno. 

In caso di esito positivo (a IgG, IgM o anche uno solo dei due valori), è necessario effettuare un test molecolare tramite tampone oro-nasofaringeo. Se il test sierologico è stato effettuato dal medico di Medicina Generale, sarà il medico stesso a inviare la richiesta di tampone oro-nasofaringeo (la persona sarà contattata dall’Asl per fissare l'appuntamento.

Se il test è stato effettuato tramite Asl, sarà invece il personale che ha eseguito il test sierologico a fissare l'appuntamento per il tampone. In attesa dell'effettuazione del tampone, la persona dovrà mettersi in isolamento domiciliare seguendo le indicazioni fornite dal medico o dagli operatori.

Nel caso in cui anche il tampone risulti positivo, Asl3 fornirà tutte le informazioni necessarie per proseguire l'isolamento e la sorveglianza sanitaria e darà avvio all'indagine epidemiologica. Se invece il tampone dà risultato negativo, la quarantena verrà interrotta.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, al via i test sierologici per i lavoratori della scuola

GenovaToday è in caricamento