menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, la Liguria punta a 3mila tamponi al giorno. Una macchina per test rapidi al pronto soccorso

Presto al San Martino due diverse macchine, una per elaborare 1.000 tamponi da sola, l'altra per sottoporre a test chiunque arrivi nei pronto soccorso

Tra i 95mila e i 100mila tamponi al mese, per un totale di 3mila test al giorno: è l’obiettivo cui punta la Regione Liguria per mettere in pratica ciò che in una regione come il Veneto si è rivelato fondamentale per contenere il contagio da coronavirus, e cioè i test a tappeto per individuare eventuali casi positivi, anche asintomatici, e isolarli.

Il presidente della Regione Giovanni Toti ha confermato intanto che proprio mercoledì dovrebbe arrivare dall’America la macchina che consentirà di processare circa mille tamponi da sola: «Voglio essere ottimista, ma questo mi fa dire che nelle prossime due settimane il numero di tamponi in regione crescerà a circa 95-100mila al mese».

Il San Martino ha inoltre già ordinato il sistema di test molecolari rapidi da applicare in tutti i pronto soccorso del territorio ligure: «In mezz’ora ogni persona che arriva al pronto soccorso può essere testata immediatamente e mantenere percorsi dedicati e protetti a seconda che siano covid positivi o meno».

È intanto quasi finito lo screening su operatori sanitari e ospiti delle rsa. I test sierologici hanno confermato che il 15% degli ospiti ha sviluppato gli anticorpi ed è dunque entrato in contatto con il virus, mentre la percentuale scende a 10 tra gli operatori sanitari.

Per quanto riguarda invece il sistema sanitario, a sviluppare gli anticorpi è stato il 4% del personale. I prossimi a essere sottoposti a test sierologici a tappeto saranno gli operatori delle forze dell’ordine. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento