Fase 2, la Regione lavora all’ordinanza per consentire la spesa in tutto il territorio della provincia

L’assessore regionale Giacomo Giampedrone annuncia che l’adeguamento del dpcm in vigore dal 4 maggio potrebbe comprendere l’ampliamento dei confini per acquisti di prima necessità

Spesa consentita in tutti gli esercizi commerciali del territorio provinciale: a questo sta lavorando la Regione in vita del 4 maggio, giorno in cui entrerà in vigore il nuovo dpcm del governo che disciplina l’avvio della Fase 2.

L’annuncio è arrivato dall’assessore regionale alla Protezione Civile, Giacomo Giampedrone, mercoledì sera, qualche ora prima che il premier Conte si presentasse alla Camera per un’informativa in cui ha invitato alla massima cautela e ha “bacchettato” le Regioni che si sono mosse in autonomia, sottolineando che «l’apertura simultanea delle attività porterebbe a un aumento esponenziale di contagi».

La Regione, che con un’ordinanza firmata la scorsa domenica ha consentito tutta una serie di attività - allargando anche i confini entro cui ci si può muovere per l’attività motoria a tutto il Municipio - sta lavorando a un ulteriore adattamento dell’ordinanza, che consenta di fare la spesa nel territorio della provincia. 

«Dal 3 maggio le attività previste dalla nostra oridnanza non saranno ritirate - ha detto Giamperdone - saranno anzi ulteriormente adeguate, e stiamo lavorando per consentire dal 4 maggio di poter andare a fare la spesa all’interno della provincia di residenza in qualsiasi esercizio commerciale».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Si tratta, ha detto Giampedrone, di «un adeguamento doveroso, che può andare incontro alle esigenze di molti cittadini, ovviamente fatto in sicurezza, con trasporti in macchina come da norme vigenti: si fa la spesa e si torna a casa nel proprio comune di residenza. Non escludo che ci siano altri aggiustamenti e valutazioni che stiamo ovviamente portando avanti in queste ore».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ex Rinascente, da ottobre arriva Axpo: inaugurazione con un omaggio a Genova

  • Schianto in sopraelevata, muore una ragazza di 28 anni

  • Elezioni regionali Liguria 2020, Toti oltre il 50%. Sansa: «Avventura finita»

  • Elezioni regionali, la mappa del voto a Genova

  • Un Premio Oscar a Genova: Helen Mirren pranza in una trattoria del centro

  • Coronavirus, individuato secondo cluster a Genova

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
GenovaToday è in caricamento