Dpcm e chiusura attività: a Carignano i commercianti abbassano le serrande per solidarietà

La Liguria dovrebbe rientrare in zona arancione: l'attività di bar, pub, ristoranti, gelaterie e pasticcerie sarebbe sospesa con la sola ristorazione con consegna a domicilio e asporto fino alle 22

Venerdì 6 novembre alle ore 18 i commercianti del quartiere di Carignano abbasseranno la saracinesca e spegneranno le luci per 5 minuti in segno di solidarietà nei confronti delle attività costrette a chiusure anticipate o totali dai provvedimenti del governo per far fronte alla pandemia di covid. La manifestazione è indetta dal Civ Carignano.

Intanto, nel primo pomeriggio di mercoledì ancora non si conosce il futuro della Liguria, che sembra però probabilmente destinata a entrare almeno nelle regioni della fascia "arancione" definita dal nuovo Dpcm.

In caso finisse in zona arancione, l'attività di bar, pub, ristoranti, gelaterie e pasticcerie, sarebbe sospesa con la sola ristorazione con consegna a domicilio e asporto fino alle 22. Restano aperti autogrill ed esercizi di somministrazione in ospedali e aeroporto.

In zona rossa, invece, definita a "massima gravità e rischio alto", si torna a una situazione simile a quella della scorsa primavera, con il commercio al dettaglio sospeso e negozi chiusi con l'unica eccezione di quelli che vendono generi di prima necessità e alimentari (anche nei centri commerciali. Sospesa ovviamente anche l'attività di bar, pub, gelaterie e pasticcerie. Come nelle zone arancioni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ruba smartphone a mamma con neonato sul bus, poi la prende a pugni

  • Coronavirus, da domenica la Liguria torna in zona gialla

  • È arrivata la neve: le foto

  • A 116 km orari in corso Europa: patente ritirata e maxi multa

  • Perdono entrambi i genitori nel giro di un anno: mobilitazione per aiutare due fratelli di Quezzi

  • Il proverbio di Santa Bibiana, che "prevede" il meteo

Torna su
GenovaToday è in caricamento