Coronavirus Centro Storico

A spasso senza mascherina: «Agenti potete chiudere un occhio? Sono agli arresti domiciliari»

Gli agenti della Polizia Locale hanno verificato che quanto affermato era vero e l'hanno arrestata in vico Mele nel centro storico

Doveva essere agli arresti domiciliari, ma è stata trovata a spasso nel centro storico senza mascherina, finendo così per essere portata nel carcere di Pontedecimo dopo l'arresto per evasione.

Le manette sono scattate per una donna italiana di 36 anni nel corso dell'operazione "ad alto impatto" della Polizia Locale genovese tra vico Mele, Via delle Vigne e piazza Caricamento, durante la quale sono state multate 22 persone per inosservanza delle norme anti-covid (mancato uso della mascherina, spostamento da altra regione, assembramenti...).

La donna è stata notata in vico Mele perché non portava la mascherina ed è stata fermata per essere sanzionata. Agli agenti ha chiesto di "chiudere un occhio" perché avrebbe dovuto essere agli arresti domiciliari. Riscontrato che quanto affermato era vero, la squadra della Sicurezza Urbana l'ha quindi arrestata. Alla direttissima, l'arresto è stato convalidato e il magistrato ha deciso la custodia cautelare in carcere presso la casa circondariale di Pontedecimo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A spasso senza mascherina: «Agenti potete chiudere un occhio? Sono agli arresti domiciliari»

GenovaToday è in caricamento