Morta infermiera dello Scassi, assisteva pazienti affetti da covid. L'ospedale: «Causa del decesso non certa»

Si era fermata in malattia venerdì 10 aprile ed era risultata negativa al test sierologico martedì scorso

Un'infermiera che assisteva i pazienti affetti da coronavirus allo Scassi, è morta ieri, sabato 11 aprile, a casa sua.

Anna Poggi, secondo quanto riportato dall'ospedale di Sampierdarena, si sarebbe fermata venerdì scorso per malattia, dopo essere risultata negativa al test sierologico effettuato il 7 aprile.

Sarebbe stato in figlio, preoccupato per il suo silenzio prolungato, a trovarla agonizzante in casa e a chiamare i soccorsi. Purtroppo per la donna, che aveva iniziato a manifestare sintomi compatibili con quelli da covid-19 la settimana scorsa, non c'è stato nulla da fare. Il magistrato di turno ha disposto l'autopsia sul corpo.

La nota dell'ospedale

«In relazione ad alcune notizie che stanno circolando in queste ultime ore sul decesso di una infermiera dell’Ospedale Villa Scassi, l’Azienda desidera esprimere innanzitutto le più sentite condoglianze alla famiglia per il grave lutto. Contestualmente si sottolinea che al momento non è certa la causa del decesso, avvenuto ieri,  in quanto la persona si era fermata in malattia venerdì 10 aprile ed era risultata negativa al Covid test sierologico il giorno 7 aprile. Relativamente alla positività del tampone al momento si smentisce quanto riportato da alcuni organi di stampa cosi come il luogo del decesso che é avvenuto presso il domicilio e non presso l'Ospedale Galliera. La salma è stata trasportata all'Istituto di medicina legale dell’università di Genova per le opportune valutazioni».

Martedì scorso lo Scassi ha perso un altro dipendente, con la morte del dottor Emilio Brignole, responsabile del servizio di urgenza chirurgica al pronto soccorso dell'ospedale. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente di caccia a Bolzaneto: muore 58enne colpito per errore

  • Travolta da uno scooter a Sant'Eusebio, muore in ospedale: «Ciao Ale»

  • All'asta le sneaker della Lidl. Anche mille euro per una taglia 38

  • Lo spettacolo della Corsica dalla Liguria: miraggio o realtà?

  • A passeggio dopo il coprifuoco: «Stiamo tornando a casa dopo una festa con amici». Multati

  • La risposta ligure alle scarpe della Lidl? Ci pensa il comico Andrea Di Marco con il Movimento Estremista Ligure

Torna su
GenovaToday è in caricamento