Coronavirus

Festival di Sanremo si alza il sipario: arriva il via libera del Cts

Gli esperti hanno approvato il protocollo presentato dalla Rai che prevede lo svolgimento dell'evento senza spettatori

Via libera dal Comitato tecnico scientifico al Festival di Sanremo. Gli esperti hanno approvato il protocollo che prevede lo svolgimento dell'evento senza spettatori e tutta una serie di misure riorganizzative del teatro Ariston per ridurre le possibilità di contagio.

 «Il Festival di Sanremo resta a Sanremo», ha commentato il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti. «Il via libera allo svolgimento della 71esima edizione è un’ottima notizia, soprattutto dopo le polemiche e le incertezze delle scorse settimane, con fantasiose ipotesi tra cui quella di svolgere la kermesse canora più famosa d’Italia lontano dalla Città dei Fiori».

«La nostra posizione è sempre stata chiara: con o senza pubblico – prosegue Toti - con o senza tutto il contorno mediatico che di solito lo circonda e anche se in forma un po’ blindata a causa dell’emergenza sanitaria, il Festival di Sanremo deve svolgersi qui, rappresenta una tappa importante per la promozione della Liguria, con gigantesche ricadute economiche sul territorio e sulle nostre attività, già duramente provate dalla pandemia. Con attenzione e prudenza, rispettando sempre le regole, dobbiamo imparare a convivere con il virus. Sono felice che alla fine abbia prevalso il buonsenso, soprattutto in questo momento difficile non solo per la nostra Regione ma per tutto il Paese».

La notizia è stata accolta favorevolmente anche dall'Associazione Produttori Musicali Indipendenti: «PMI accoglie con favore la soluzione proposta da Rai per lo svolgimento in sicurezza del Festival di Sanremo e plaude al recepimento in toto delle indicazioni delle tre associazioni di categoria (Afi, Fimi e PMI) congiuntamente proposte a Rai ed al CTS per una maggiore sicurezza di artisti e maestranze al fine di individuare soluzioni atte a facilitare lo svolgimento del Festival in piena sicurezza».

In serata è arrivato anche il commento dell'assessore regionale al Turismo, Gianni Berrino: “Da sanremese sono felicissimo della notizia diffusa poco fa dal presidente Toti: il Festival si farà nella sua sede storica e naturale, il Teatro Ariston di Sanremo. È stata scongiurata – prosegue l'assessore - l'assurda ipotesi di far svolgere la 71a edizione della manifestazione canora più importante d'Italia in una località diversa da Sanremo. Il fatto che il Comitato tecnico scientifico abbia dato il via libera al protocollo Rai per la sicurezza sanitaria al Festival e abbia confermato Sanremo significa che è stata premiata la fermezza della Regione nel voler mantenere qui un evento di importanza internazionale che è anche e soprattutto una vetrina di promozione importantissima per tutta la Liguria. Dopo l'annullamento dei carri fioriti sarebbe stata una beffa per Sanremo e per tutto il territorio perdere anche il Festival».-

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Festival di Sanremo si alza il sipario: arriva il via libera del Cts

GenovaToday è in caricamento