menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ritorno alla normalità per il San Martino dopo il periodo di lockdown

Riavviata l'attività ambulatoriale e ripresi gli interventi, che erano stati rinviati in quanto non urgenti

Concluso il periodo di lockdown imposto dall'emergenza coronavirus, l'ospedale San Martino sta riattivando i servizi abituali. A partire dal 4 maggio c'è stato graduale incremento dell'attività operatoria delle chirurgie generali e specialistiche e di parte della attività di week-surgery a media-bassa complessità polispecialistica. Dall'11 maggio graduale ripristino dell'attività chirurgica programmata ortopedica e oculistica (compreso iniezioni intravitreali) e dal 25 maggio ulteriore incremento dell'attività elettiva delle chirurgie specialistiche, compreso la clinica ORL.

L'attività ambulatoriale, sospesa (salvo le classi U e B) dal 9 marzo, è stata riavviata gradualmente a partire da lunedì 11 maggio, sentito il parere di Alisa, e mantenendo percorsi di accesso controllati da postazioni di triage per la verifica della temperatura corporea e di eventuale sintomatologia similinfluenzale.

Durante la fase di lockdown sono state comunque mantenute, sia pure con un regime ridotto e con accessi controllati, alcune attività elettive quali la chirurgia di alta specializzazione e la chirurgia oncologica per quanto riguarda gli interventi ritenuti prioritari e improcrastinabili, dando la possibilità anche a specialisti di ospedali covid dell'area metropolitana di operare casi riferiti alla loro struttura presso le sale operatorie del San Martino. Egualmente sono proseguite le attività oncologiche ed ematologiche non rinviabili compreso i trattamenti chemioterapici, radioterapici e i trapianti di midollo osseo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Covid, Toti: «Dati positivi, oggi saremmo in zona gialla»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento