menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto Facebook: Giovanni Toti

Foto Facebook: Giovanni Toti

Liguria in zona gialla, Toti: «Rispettiamo le regole, ma torniamo nei nostri bar e ristoranti»

Dalla mezzanotte di oggi la Liguria è tornata in zona gialla, consentiti anche gli spostamenti tra Comuni. Ancora chiuse a Genova passeggiate e spiagge per l'ordinanza del Comune

Dalla mezzanotte di oggi la Liguria è tornata in zona gialla. L'indice di contagio R con t è sceso a 0,76, nelle ultime 24 ore i guariti salgono a 712 ma aumentano le terapie intensive e si piangono altre 25 vittime, uomini e donne, tra i 56 e 101 anni di età. Riaprono quindi bar e ristoranti fino alle 18 e ci si potrà spostare negli altri Comuni (anche nelle altre Regioni, ma la Liguria è circondata da regioni arancioni o rosse dove comunque non è possibile andare, salvo validi motivi con autocertificazione, possibile invece raggiungere una zona gialla attraversando le altre regioni), rimangono invece chiuse per effetto dell'ordinanza del Comune di Genova (fino a domenica alle ore 19) passeggiate e spiagge. Il sindaco Marco Bucci ha però spiegato che è possibile percorrere le strade indicate dall'ordinanza per raggiungere bar e ristoranti, ma «non sostare sulle passeggiate o fare assembramenti».

Il presidente della Regione Giovanni Toti, in un post sulla propria pagina Facebook, ha spiegato: «La Liguria torna in zona gialla. Da ?oggi? nella nostra regione riaprono bar e ristoranti fino alle 18, ci si può spostare di nuovo tra Comuni, si può andare a trovare i propri familiari. Un piccolo grande risultato che abbiamo conquistato grazie al lavoro straordinario di tutta la nostra sanità, ai sacrifici di tante attività che sono state costrette a chiudere per limitare la diffusione del virus, agli sforzi fatti da tutti noi. Non dimentichiamoli oggi e nelle prossime settimane, non sprechiamo questa grande occasione. La curva del contagio continua a calare, il nostro Rt è tra i più bassi di tutto il Paese ma questo non deve essere un “liberi tutti”. Solo rispettando le regole, come e più di prima, possiamo confermare e migliorare ancora questa tendenza, soprattutto in vista del periodo natalizio che, con prudenza e attenzione, può essere per tante delle nostre attività un’opportunità preziosa per ripartire dopo questo periodo difficile».

Infine ha invitato a tornare a frequentare ristoranti e bar, attività tra le più colpite dalle retrizioni per il covid: «Oggi torniamo a pranzo in uno dei nostri ristoranti preferiti, prediamo un caffè al bar, andiamo a trovare una persona cara nel comune vicino ma non abbassiamo la guardia. I liguri hanno dimostrato di essere una grande comunità unita, soprattutto nelle difficoltà, e so che lo saranno anche questa volta. Non c’è sfida che non possiamo superare insieme: forza Liguria».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

La Liguria entra in zona arancione: cosa cambia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento