Scuola, come sarà il rientro a settembre? Le proposte della Conferenza delle Regioni

La Conferenza delle Regioni ha adottato un testo con alcune proposte per ripartire a settembre in sicurezza

Come si entrerà e si uscirà dalle scuole, al rientro a settembre? E gli studenti dovranno indossare le maacherine? Che ne sarà della didattica a distanza?

Ad illustrare il documento adottato dalla Conferenza delle Regioni, in Liguria, è stato l'assessore all'Istruzione Ilaria Cavo. Il testo fissa punti imprescindibili per riportare i ragazzi nelle scuole a settembre.

Richiesto un rafforzamento del personale non docente

«Ci siamo espressi sulle fasi di ingresso e di uscita dalla scuola escludendo lo scaglionamento per classi – ha sottolineato – È previsto ingresso e uscita con il distanziamento di un metro, ma non frazionamento delle classi. Per questo abbiamo chiesto un rafforzamento del personale non docente nelle scuole e posto come misura per il distanziamento degli alunni i due metri quadri di spazio compreso il banco a garanzia del ragazzo. Per il consumo del pasto ci siamo espressi in modo chiaro affinché ci siano regole trasparenti, ma consentendo il consumo a scuola».

Didattica a distanza: le regioni la escludono

Sulla didattica a distanza la tendenza è quella di non ammettere la distanza né per il primo ciclo scolastico, né  per il secondo grado. La posizione delle regioni è stata quella di escluderla perché si vuole ripartenza in presenza. È stato posto poi il distanziamento della cattedra rispetto alla prima fila di banchi per permettere il distanziamento del docente del  docente dagli alunni senza ulteriori complicazioni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Mascherine solo per entrare e uscire

Ed è stato stabilito di evitare l’uso di mascherine per tutti gli alunni. La proposta è prevedere uso mascherine per ingresso e uscita e in movimento, ma di escludere l’uso al banco durante l’ora di lezione. Anche per l’educazione fisica si è rimandato ai protocolli condivisi per le discipline sportive.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ex Rinascente, da ottobre arriva Axpo: inaugurazione con un omaggio a Genova

  • Elezioni regionali Liguria 2020, Toti oltre il 50%. Sansa: «Avventura finita»

  • Elezioni regionali, la mappa del voto a Genova

  • Coronavirus, individuato secondo cluster a Genova

  • Pré, donna accasciata a terra nel sangue: altro weekend di violenza in centro storico

  • Elezioni, prende forma il nuovo consiglio regionale: i nomi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
GenovaToday è in caricamento