Scuola, come sarà il rientro a settembre? Le proposte della Conferenza delle Regioni

La Conferenza delle Regioni ha adottato un testo con alcune proposte per ripartire a settembre in sicurezza

Come si entrerà e si uscirà dalle scuole, al rientro a settembre? E gli studenti dovranno indossare le maacherine? Che ne sarà della didattica a distanza?

Ad illustrare il documento adottato dalla Conferenza delle Regioni, in Liguria, è stato l'assessore all'Istruzione Ilaria Cavo. Il testo fissa punti imprescindibili per riportare i ragazzi nelle scuole a settembre.

Richiesto un rafforzamento del personale non docente

«Ci siamo espressi sulle fasi di ingresso e di uscita dalla scuola escludendo lo scaglionamento per classi – ha sottolineato – È previsto ingresso e uscita con il distanziamento di un metro, ma non frazionamento delle classi. Per questo abbiamo chiesto un rafforzamento del personale non docente nelle scuole e posto come misura per il distanziamento degli alunni i due metri quadri di spazio compreso il banco a garanzia del ragazzo. Per il consumo del pasto ci siamo espressi in modo chiaro affinché ci siano regole trasparenti, ma consentendo il consumo a scuola».

Didattica a distanza: le regioni la escludono

Sulla didattica a distanza la tendenza è quella di non ammettere la distanza né per il primo ciclo scolastico, né  per il secondo grado. La posizione delle regioni è stata quella di escluderla perché si vuole ripartenza in presenza. È stato posto poi il distanziamento della cattedra rispetto alla prima fila di banchi per permettere il distanziamento del docente del  docente dagli alunni senza ulteriori complicazioni.

Mascherine solo per entrare e uscire

Ed è stato stabilito di evitare l’uso di mascherine per tutti gli alunni. La proposta è prevedere uso mascherine per ingresso e uscita e in movimento, ma di escludere l’uso al banco durante l’ora di lezione. Anche per l’educazione fisica si è rimandato ai protocolli condivisi per le discipline sportive.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ferrari distrutta per Marchetti mentre si allena a Pegli

  • Covid, firmato il nuovo dpcm: spostamenti, asporto e scuola, cosa prevede

  • La Liguria torna in zona gialla, ma si attende il nuovo (e più severo) dpcm: cosa si sa

  • Liguria in zona arancione con i nuovi parametri: cosa cambia

  • Il genovese "Fotografo dei Puffi" conquista i social: «Così faccio conoscere la Liguria con fantasia e ironia»

  • Liguria gialla o arancione da domenica, attesa per la nuova ordinanza

Torna su
GenovaToday è in caricamento