Rapallo, un'ordinanza per le mascherine obbligatorie negli esercizi pubblici

Il numero dei contagi nel Tigullio resta alto, e Carlo Bagnasco ha deciso di intervenire con un'ordinanza che obbliga a coprire sempre naso e bocca

Resta alto il numero di contagi da coronavirus nel Tigullio, e il sindaco di Rapallo, Carlo Bagnasco, ha deciso di intervenire emanando un’ordinanza in cui obbliga chi lavora negli esercizi pubblici che restano aperti a indossare una mascherina.

L’ordinanza, in vigore dalla mezzanotte di venerdì, impone di indossare la mascherina chirurgica, e non quelle con filtri, FFP2 o FFP3, che sono attualmente molti difficili da trovare e che vanno, con precedenza, agli operatori sanitari. 

L’alternativa è quella di coprire naso e bocca con un foulard o una sciarpa, in modo da evitare di contaminare l’ambiente.

Il testo ufficiale non è ancora stato reso noto, arriverà venerdì sera, ma l'ordinanza, prima nel suo genere in Liguria, prevede accesso obbligatorio con indosso specifiche mascherine negli orari di apertura di esercizi commerciali, uffici pubblici, uffici postali, banche e in ogni altro luogo chiuso in cui è previsto l’accesso generalizzato di persone per limitare il più possibile la contaminazione dell’ambiente.

L’ordinanza sarà in vigore dalla mezzanotte di sabato 4 aprile, fino alle 24:00 di martedì 13 aprile, e proroga i provvedimenti disposti in precedenza quali la chiusura di parchi e giardini pubblici, cimiteri, spiagge, sentieri comunali. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente di caccia a Bolzaneto: muore 58enne colpito per errore

  • Travolta da uno scooter a Sant'Eusebio, muore in ospedale: «Ciao Ale»

  • All'asta le sneaker della Lidl. Anche mille euro per una taglia 38

  • Tragedia al San Martino, trovato morto paziente allontanatosi dal reparto

  • A passeggio dopo il coprifuoco: «Stiamo tornando a casa dopo una festa con amici». Multati

  • Morta in un incidente, raccolta fondi per la famiglia di Alessandra Parente: donati gli organi

Torna su
GenovaToday è in caricamento