Mercoledì, 23 Giugno 2021
Coronavirus

Coronavirus, il tasso di contagiosità scende a 0,45. Toti: «Possibile zero contagi il 20 maggio»

L'R con 0 in Liguria scende ancora, il che significa che si abbassa il numero di persone che un contagiato può a sua volta contagiare: «Dipende tutto da noi, non abbassiamo la guardia»

Solo pochi giorni fa era 0,75, al termine della prima settimana di fade 2, in Liguria l’R con 0, ovvero l’indice di contagiosità del coronavirus, scende a 0,45.

A confermarlo è stato venerdì mattina il presidente della Regione, Giovanni Toti, spiegando che «secondo Giancarlo Icardi, direttore del Dipartimento di Igiene del San Martino, il cosiddetto R0 è sceso a 0,45, e su 100 tamponi i positivi sono meno di 5. Se continuiamo su questa strada la Liguria dopo il 20 maggio potrebbe arrivare a zero contagi».

L’R con 0, come già spiegato, è l’indice di contagiosità della nuova covid-19, e indica quante persone può contagiare il singolo che ha contratto il virus. Nei giorni di picco, l’R con 0 in Liguria è arrivato a 3-4, il che significa che ogni persona infetta ne contagiava altre 3-4, e così via. 

L’abbassamento del tasso di contagiosità è strettamente collegato al numero di tamponi fatti: più casi positivi vengono individuati, prima è possibile isolarli e trattarli, meno probabile è il contagio di altre persone che possono a loro volta contagiare altri. E ovviamente deriva anche dal rispetto delle misure anti-contagio, in primis distanziamento sociale e protezioni individuali quando si entra in contatto ravvicinato con altre persone.

Sul primo fattore, quello dei tamponi, Toti ha ricordato che «all’Ospedale San Martino di Genova è arrivata l’ultima parte del nuovo macchinario che ci consentirà di arrivare a 3 mila tamponi al giorno, quasi 100 mila al mese (il riferimento è al macchinario che da solo ne fa 1.000, che si aggiungono ai 2.000 standard, ndr). Nel frattempo stiamo avviando i test rapidi nei pronto soccorso liguri, che in mezz’ora ci diranno se un paziente è positivo o no al Covid, e anche una convenzione con i laboratori, in modo che le aziende possano fare i test a saponetta a prezzi calmierati per i loro lavoratori».

Sul rispetto delle misure anti-contagio, Toti ha invece nuovamente ricordato che «la responsabilità di ciascuno di noi e l’aumento dei controlli stanno facendo la differenza in questa battaglia, ancora una volta dipende da noi: non abbassiamo la guardia».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, il tasso di contagiosità scende a 0,45. Toti: «Possibile zero contagi il 20 maggio»

GenovaToday è in caricamento