rotate-mobile
Lunedì, 24 Gennaio 2022
Coronavirus

Green pass, quando verrà rivisto e cosa manca per arrivarci

Il Governo ha fissato l'obiettivo del 90% di persone vaccinate per una revisione dello strumento del green pass, in Italia mancano 2 milioni di persone, in Liguria circa 70mila

La percentuale di persone vaccinate con due dosi in Liguria ha superato la quota dell'80% degli over 12 nella serata di mercoledì 3 novembre 2021, un dato che in termini numerici corrisponde a 1.107.783 liguri su una platea di 1.384.066 di persone vaccinabili con età superiore ai 12 anni, per quello che riguarda le prime dosi invece si sale a 1.175.871. Il presidente della Regione Giovanni Toti ha commentato: "Siamo all'80,08%, un risultato che può rappresentare il giro di boa della somministrazione dei vaccini. Numeri importanti che fanno ben sperare nella completa riuscita della campagna". 

Numeri importanti, ma comunque ancora distanti da quel 90% fissato in passato come obiettivo per l'immunità di gregge sia dal governatore che, soprattutto, dal governo. Per quello che riguarda la nostra regione mancherebbero quindi poco meno di 70mila persone all'appello, calcolando il dato sulle prime dosi, un numero non così facile da raggiungere considerando il trend delle ultime settimane sui nuovi vaccinati. In Italia, invece, mancherebbero circa 2 milioni di persone, nella giornata di mercoledì dal sottosegretario alla Salute Andrea Costa, intervenuto ai microfoni della trasmissione Restart 264 su Cusano Italia Tv, ha fissato proprio il target del 90% per pensare a eventuali modifiche allo strumento del green pass.

"Dobbiamo affrontare le prossime settimane con prudenza e senso di responsabilità - ha sottolineato Costa -, ma dobbiamo anche dire che oggi i cittadini non vaccinati possono usufruire delle libertà che sono state nel frattempo riconcesse grazie a quei 45 milioni di concittadini che si sono vaccinati, comprendendo come la vaccinazione non sia solo uno strumento per proteggere sé e gli altri, ma sia anche uno strumento per tornare alla normalità. Se continueranno ad esserci tanti concittadini che continueranno a non vaccinarsi saranno proprio loro i corresponsabili della prosecuzione delle misure restrittive. Questo dobbiamo dirlo con forza e con chiarezza. L'obiettivo è quello di raggiungere il 90% dei vaccinati, a quel punto credo che si possa aprire una fase nuova e rivedere anche le misure restrittive, come l'utilizzo del Green pass. L'obiettivo del governo è fare in modo che nessun cittadino muoia più di covid e che nessuno finisca più in terapia intensiva. L'obiettivo del 90% crea queste condizioni. Mancano circa 2 milioni di cittadini per raggiungere questo obiettivo, spero maturi in loro la consapevolezza che grazie alla loro vaccinazione non solo mettono al riparo la propria vita, ma permettono anche al Paese di proseguire nel percorso di ritorno alla normalità e di ripresa economica".

Il sottosegretario alla Salute Costa ha anche parlato di lockdown per i non vaccinati: "Il governo ha deciso di avviare un percorso basato sul rapporto di fiducia tra esecutivo e cittadini e mi pare che questo rapporto oggi abbia prodotto risultati importanti. Credo che in questa fase convenga continuare su questo percorso, è chiaro che siamo pronti a valutare ogni iniziativa perché l'obiettivo è quello di proteggere i cittadini italiani. L'introduzione del green pass si è resa necessaria per garantire a coloro che non si vogliono vaccinare di poter tornare a lavorare e a svolgere le attività sociali. Vogliamo proseguire su questa strada, ma come detto siamo pronti a valutare ogni iniziativa. Anche l'obbligo vaccinale per alcune categorie non è assolutamente un tabù e siamo pronti a prenderlo in considerazione. Ora affrontiamo queste settimane, vediamo quali saranno i dati delle vaccinazioni, dopodichè ci auguriamo che vi sia un senso di responsabilità che prevalga".

Tornando alla Liguria ad oggi gli over 80 vaccinati con ciclo completo sono 145.350 pari al 93,59%, nella fascia 70/79 ammontano a 150.860 i vaccinati pari all’82,89%, 168.659 i liguri che hanno tra i 60 e i 69 anni e che si sono vaccinati (82,85%), 202.784 i vaccinati con ciclo completo nella fascia 50/59 pari all’80,11%, 153.360 i vaccinati di età compresa tra i 40 e i 49 anni pari al 75,26%, 110.467 i vaccinati nella fascia tra i 30 e i 39 anni (74,83%), 109.822 i vaccinati tra i 20 e i 29 anni (80,61%). Infine nella fascia di età tra i 12 e i 19 sono 66.481 i vaccinati, pari al 61,10%.

Le prenotazioni della terza dose hanno superato le 55mila attestandosi a 58.901 di cui 1.883 di immunocompromessi, 5.221 di sanitari, 4.929 di ultravulnerabili, 15.087 per la fascia compresa tra i 60 e gli 80 anni e 31.781 per gli over 80. Il totale delle dosi aggiuntive somministrate ammonta a 41.401.

Per quello che riguarda l'andamento della pandemia in Liguria l’incidenza di casi positivi ogni 100.000 abitanti degli ultimi sette giorni aggiornata ad oggi risulta 53, di cui 36 a Savona, 81 alla Spezia, 73 a Imperia e 41 a Genova. Diminuiscono di 4 gli ospedalizzati che si attestano a 96, di cui 85 nelle medie intensità e 11 in terapia intensiva. Diminuiscono di 9 unità anche i soggetti in isolamento domiciliare.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Green pass, quando verrà rivisto e cosa manca per arrivarci

GenovaToday è in caricamento