Covid e gravidanza: al Galliera il punto nascite dedicato alle future mamme positive

Aumenta la percentuale di future mamme con covid-19, e Alisa e Diaz materno infantile regionale riorganizzano la gestione: l’ospedale di Carignano affianca il San Martino dedicandosi a loro

Il punto nascite del Galliera sarà dedicato esclusivamente a donne in gravidanza positive al coronavirus. 

La decisione è stata presa da Alisa e dal Diar materno infantile regionale, che osservando un netto aumento delle future mamme positive alla covid-19 hanno deciso di dedicare a questi casi un intero polo. La scelta è caduta sul Galliera, che da lunedì 9 novembre smetterà di accogliere le future mamme negative nel reparto di ostetricia, garantendo però tutto ciò che precede il parto e tutte le valutazioni ambulatoriali post-parto e neonatali, che godranno di percorsi differenziati.

Il Galliera affianca dunque il San Martino, hub regionale, nella gestione dei casi di coronavirus tra le donne in gravidanza: al policlinico continueranno a essere accolte mamme positive e negative, mentre al Galliera arriveranno solo quelle negative. Il Gaslini, invece, resterà covid-free, e accoglierà tutte le mamme che non sono positive e non hanno dunque bisogno di cure e percorsi dedicati. 

«La disponibilità del Galliera - spiega il professor Franco Gorlero, direttore del Dipartimento interaziendale ostetrico neonatologico Galliera/Gaslini e della Ginecologia e Ostetricia del Galliera - sarà in grado di dare una risposta adeguata alle necessità di presa in carico delle donne Covid positive sia in ambito metropolitano, sia in ambito regionale».

«L’assistenza prevede la massima applicazione possibile di tutte le modalità di ricongiungimento tra madre e neonato - aggiunge il dottor Massimo Mazzella, direttore Neonatologia del Galliera - oltre che il massimo sostegno possibile all’allattamento materno. Tutte le donne inoltre, riceveranno la massima informazione sulle modalità di accudimento protetto».

A livello statistico, l’aumento di donne in gravidanza positive al coronavirus segue il trend nazionale di impennata di casi. I posti letto del Galliera per il parto e per l’assistenza neonata (e della mamma post parto) saranno dunque dedicati alle donne che devono lottare contro l’infezione, mentre quelle che non sono positive, ma avevano già intenzione di partorire al Galliera, saranno dirottate su Gaslini e San Martino.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente di caccia a Bolzaneto: muore 58enne colpito per errore

  • Travolta da uno scooter a Sant'Eusebio, muore in ospedale: «Ciao Ale»

  • All'asta le sneaker della Lidl. Anche mille euro per una taglia 38

  • Lo spettacolo della Corsica dalla Liguria: miraggio o realtà?

  • Tragedia al San Martino, trovato morto paziente allontanatosi dal reparto

  • A passeggio dopo il coprifuoco: «Stiamo tornando a casa dopo una festa con amici». Multati

Torna su
GenovaToday è in caricamento