rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Coronavirus

La Protesta Ligure torna in piazza, "catena umana" davanti alla prefettura

Appuntamento lunedì 29 marzo in largo Lanfranco per una manifestazione statica aperta ancora una volta a tutte le categorie economiche

La Protesta Ligure torna in piazza per l’ennesimo lunedì, un unico fronte compatto che da settimane ormai protesta contro la gestione dell’emergenza coronavirus e il meccanismo apri e chiudi, manifestando «il diritto al lavoro».

Per lunedì 29 marzo l’appuntamento è per le 15 davanti alla prefettura, ancora una volta con i rappresentanti di tutte le categorie economiche colpite dalla crisi - non solo baristi e ristoratori - per una manifestazione differente dalle altre.

I manifestanti infatti sono stati invitati a tenere in mano una catena con appeso un foglio della categoria che rappresenta: «Sarà un cordone lungo - annuncia Ivan Spagnolo, ristoratore genovese e uno dei promotori della protesta - devono capire che se non ci sono cerimonie o eventi , non si va nei negozi a comprare il vestito nuovo e non si fanno gli addobbi floreali, se non ci sono i ristoranti aperti tutto il mondo del food ne soffre, dal semplice contadino alla grande distribuzione. Se non ci sono le palestre e le piscine aperte viene a mancare anche la salute».

«La misura è colma», conclude Spanish, che da tempo ormai contribuisce all’organizzazione delle manifestazioni della “Protesta Ligure”, il più ampio gruppo nato dopo che le diverse categorie si sono unite per manifestare in modo compatto.

Gli ultimi lunedì hanno visto i manifestanti riunirsi in piazza De Ferrari e da lì spostarsi in corteo per le vie del centro città. La richiesta è sempre la stessa, soprattutto in vista di un mese, quello di aprile, che sarà caratterizzato sempre più da zone arancioni e rosse, come anticipato dal premier Mario Draghi: aprire e tornare a lavorare, oppure ottenere i necessari ristori per tenere chiuso senza soccombere davanti alle spese.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Protesta Ligure torna in piazza, "catena umana" davanti alla prefettura

GenovaToday è in caricamento