Coronavirus

Nuovo decreto covid, la Liguria chiede di riaprire i ristoranti anche al chiuso e coprifuoco alle 23

Proposte delle Regioni al Governo in vista del prossimo decreto atteso domani in consiglio dei Ministri. Suggerimenti anche sulla didattica a distanza, palestre, fiere e matrimoni

Ristoranti aperti anche al chiuso ed estensione del coprifuoco alle 23 nella Liguria in zona gialla. Queste le proposte della regione al Governo in vista del prossimo decreto, atteso domani in consiglio dei Ministri.

Nello specifico, il presidente Toti ha chiesto di: «Posticipare il coprifuoco fino almeno alle 23, altrimenti sarà inutile aprire i ristoranti la sera, consentire di pranzare e cenare anche al chiuso, con le regole già previste per le zone gialle e aumentare la didattica in presenza anche per le scuole secondarie, ma compatibilmente al sistema dei trasporti pubblici: non ci sono autobus da comprare sul mercato, anche se il Governo stanziasse i fondi».

E per quanto riguarda altre attività: «Dare la possibilità di svolgere attività individuali e approvare al più presto le linee guida e le possibili date di ripartenza per fiere, congressi ed eventi come matrimoni e altre celebrazioni». Proposte che Toti ha definito di "buonsenso e compatibili, a nostro avviso, con la situazione del Covid" con la speranza che "vengano accolte”. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovo decreto covid, la Liguria chiede di riaprire i ristoranti anche al chiuso e coprifuoco alle 23

GenovaToday è in caricamento