Martedì, 15 Giugno 2021
Coronavirus

Prezzi delle mascherine 'gonfiati', cinque farmacisti a processo

La vicenda nasce da un esposto del Codacons. La chiusura dell'inchiesta che porta verso il processo i cinque farmacisti genovesi

Foto d'archivio

La Procura della Repubblica di Genova ha chiuso le indagini verso cinque farmacisti accusati di aver rincarato i listini delle mascherine, applicando al pubblico aumenti ingiustificati fino al +1000%. La vicenda nasce da un esposto del Codacons inviato alla Procura, nel quale si segnalava come nei giorni caldi dell'emergenza coronavirus alcuni esercizi commerciali avessero speculato sulla situazione di crisi e sulle paure degli italiani, applicando fortissimi rincari dei prezzi su mascherine e gel igienizzanti.

La Procura di Genova, di concerto con la Guardia di Finanza, a seguito dell'esposto del Codacons, avviarono indagini sul territorio (coordinate dal pubblico ministero Patrizia Petruzziello), riscontrando effettivamente che alcune farmacie vendevano al pubblico dpi con rincari dei prezzi dal 300% al 1000%. Di qui l'indagine penale per il reato di rialzo fraudolento di prezzi, e ora la chiusura dell'inchiesta che porta verso il processo i cinque farmacisti genovesi.

«Ancora una volta grazie alle denunce del Codacons le Procure di sono attivate a tutela dei cittadini, costretti a subire speculazioni su beni indispensabili come le mascherine - spiega il presidente Carlo Rienzi -. Se si aprirà il processo, il Codacons si costituirà parte civile e fornirà assistenza ai cittadini coinvolti ai fini delle dovute richieste risarcitorie».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prezzi delle mascherine 'gonfiati', cinque farmacisti a processo

GenovaToday è in caricamento