"Ponte di Luce per Genova": così il nuovo viadotto si illumina con i colori della bandiera italiana

Un gesto simbolico per ringraziare le autorità, i medici, gli infermieri e tutti coloro che a vario titolo in tutto il Paese si stanno impegnando senza tregua

Sono le 19.30 di sabato 21 marzo quando partono le luci sul nuovo ponte in costruzione: un laser tricolore per infondere coraggio e senso di unità di fronte alla difficile sfida del coronavirus che, a Genova, si aggiunge a quella della ricostruzione del viadotto. 

LA DIRETTA STREAMING DELL'EVENTO

Il "Ponte di Luce per Genova" è visibile su tutta la lunghezza di 1.000 metri del manufatto, e si collega virtualmente al suono dell’inno d’Italia riprodotto in tutta la città, unendosi alle altre iniziative che spontaneamente stanno emergendo in tutto il Paese. Le luci verranno accese anche le prossime sere sempre alle 19,30.

Così Salini Impregilo - gruppo che insieme a Fincantieri sta realizzando il ponte - utilizza i colori dell’Italia e con tutte le persone del Gruppo, da ogni cantiere in Italia e nel mondo, esprime con orgoglio la vicinanza al Paese intero e alla città di Genova durante l’emergenza COVID-19, ricostruendo simbolicamente il nuovo viadotto di Genova sul Polcevera ed unendo la città al resto del paese sotto un’unica bandiera, quella dell’Italia. Un gesto simbolico con cui il Gruppo intende ringraziare le autorità, i medici, gli infermieri e tutti coloro che a vario titolo in tutto il paese si stanno impegnando senza tregua per affrontare la situazione di emergenza e salvare vite umane.

«I colori della bandiera dell’Italia parlano al cuore e danno coraggio, uniscono le persone sotto una unica speranza, quella di superare anche questa sfida del coronavirus e far ripartire il Paese che guarda oltre le emergenze e ce la vuole fare in tempi rapidi» dichiara Pietro Salini, Amministratore Delegato di Salini Impregilo (Webuild).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente di caccia a Bolzaneto: muore 58enne colpito per errore

  • Travolta da uno scooter a Sant'Eusebio, muore in ospedale: «Ciao Ale»

  • Tragedia al San Martino, trovato morto paziente allontanatosi dal reparto

  • A passeggio dopo il coprifuoco: «Stiamo tornando a casa dopo una festa con amici». Multati

  • Morta in un incidente, raccolta fondi per la famiglia di Alessandra Parente: donati gli organi

  • Albaro: festa di compleanno notturna a Villa Gambaro, i residenti chiamano la polizia

Torna su
GenovaToday è in caricamento