Coronavirus e crisi, dall'ordine delle professioni sanitarie un aiuto concreto per gli ultimi

n risposta all’emergenza COVID-19, l’Ordine dei tecnici sanitari di radiologia medica e delle professioni sanitarie tecniche, della riabilitazione e della prevenzione (TSRM PSTRP) di Genova, Savona e Imperia ha deciso di stanziare dei fondi per le attività istituzionali dei propri iscritti, per sostenere il Sistema Sanitario Regionale e un contributo straordinario nei confronti delle attività della Comunità di Sant’Egidio di Genova.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di GenovaToday

In risposta all’emergenza COVID-19, l’Ordine dei tecnici sanitari di radiologia medica e delle professioni sanitarie tecniche, della riabilitazione e della prevenzione (TSRM PSTRP) di Genova, Savona e Imperia ha deciso di stanziare dei fondi per le attività istituzionali dei propri iscritti, per sostenere il Sistema Sanitario Regionale e un contributo straordinario nei confronti delle attività della Comunità di Sant’Egidio di Genova. Sono le parole di Antonio Cerchiaro, presidente dell'Ordine di Genova, Imperia e Savona.

Il contributo si prefigge di contrastare le nuove povertà e affrontare la crescente emergenza che ha colpito il territorio ligure. L’Ordine dei TSRM PSTRP di Genova, Imperia e Savona conta 5 mila professionisti della salute, appartenenti a 19 professioni sanitarie (tecnici di radiologia, fisioterapisti, educatori, logopedisti, tecnici di laboratorio, etc.), che insieme a medici e infermieri, si trovano a contrastare questa pandemia sia negli ospedali, che sul territorio. I media parlano poco di loro, tuttavia svolgono un’attività essenziale, in ambito di prevenzione, di diagnosi, di cura e di riabilitazione.

"È grazie a questo piccolo esercito di professionisti sanitari – continua Cerchiaro – se siamo riusciti a mettere a disposizione la cifra destinata per le attività solidali di Sant'Egidio, con l’auspicio di limitare i danni di questa tragedia sanitaria e sociale".

Torna su
GenovaToday è in caricamento