Ordinanza covid, le faq di Regione Liguria su spettacoli, convegni e scuole

Le risposte del presidente Toti su convegni e accesso a scuola

L'ordinanza regionale anti covid, scattata da alcune ore, ha reso necessari alcuni chiarimenti diffusi da Regione Liguria tramite la pubblicazione di due faq.

La prima criticità sollevata dai cittadini riguarda gli ingressi e le uscite degli studenti. Sulla questione è intervenuto anche il sindaco Bucci, rassicurando i genitori sul fatto che non ci saranno multe in caso di assembramento definito come inevitabile.

Alla domanda "si applica il divieto di assembramento durante l’entrata e l’uscita dai plessi scolastici?" la faq della Regione chiarisce quindi che: «È da intendersi non applicabile il divieto assoluto di assembramento nelle aree antistanti ai plessi scolastici per il tempo strettamente necessario alla entrata ed alla uscita degli studenti. Permane ovviamente in tale fattispecie l’obbligo di uso della mascherina indossata».

Un secondo punto, invece, spiega quali siano le attività da non intendersi come manifestazione pubbliche e private: gli spettacoli aperti al pubblico in sale teatrali, sale da concerto e in altri spazi in luoghi chiusi; i convegni.

Per queste attività il governatore rinvia al rispetto delle linee guida approvate dalla Conferenza delle Regioni e adottate dal Presidente della Regione Liguria nel mese di agosto, vincolanti allo svolgimento. 

Ordinanza coronavirus, le misure

L'ordinanza prevede in tutta la città: 

- Chiusura totale delle attività di vendita al dettaglio e/o somministrazione di alimenti e bevande effettuate mediante apparecchi automatici in appositi locali ad esse adibiti in modo esclusivo o prevalente. L’attività è inibita in tale modalità per qualsiasi genere merceologico; 

- Chiusura notturna (dalle 21 alle 8 del giorno successivo) degli esercizi di vicinato alimentare, degli artigiani alimentari, delle medie e grandi strutture di vendita di alimentari.  Possono restare aperte anche in tale fascia oraria le attività di cui sopra in cui sia garantito che non vengano vendute bevande alcoliche in qualsiasi forma e di qualsiasi gradazione. È comunque sempre ammessa la vendita tramite consegna al domicilio.  

 Nelle aree centro storico (con esclusione del Porto Antico), Sampierdarena, Cornigliano e Rivarolo: 

- Divieto delle attività di sale giochi, sale scommesse e sale bingo
- Divieto di manifestazioni pubbliche e private
- Divieto assoluto di assembramento 
- Chiusura dei centri culturali e sociali e circoli ludico ricreativi

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bassetti: «In ospedale al primo sintomo influenzale per la paura che è stata trasmessa»

  • Coronavirus, possibile "mini lockdown" in tutta Genova: «I contagi crescono ovunque»

  • Auto pirata travolge gruppo di giovani a Quezzi, 4 feriti gravi tra cui una ragazza incinta

  • Covid, nuove regole in Liguria: alle superiori lezioni a casa a rotazione, "coprifuoco" in 4 zone di Genova

  • Incidente a Quezzi, arrestato il pirata della strada

  • Covid, il coprifuoco per frenare il contagio: cosa succede nelle zone rosse. Ospedali in affanno

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
GenovaToday è in caricamento