Coronavirus

Liguria in area arancione, non si ferma l'attività degli olivicoltori

A precisarlo è stato il vicepresidente e assessore all’Agricoltura Alessandro Piana

«Gli olivicoltori liguri, nonostante il passaggio della Liguria in fascia arancione a partire dalla mezzanotte di oggi, potranno continuare a svolgere la propria attività all’interno del territorio regionale». Lo comunica il vicepresidente e assessore all’Agricoltura Alessandro Piana, alla luce della nuova ordinanza firmata nella giornata di ieri dal ministro della Salute Roberto Speranza che ha ricompreso la Liguria nelle regioni “arancioni”, quelle a criticità medio-alta sul fronte dell’epidemia da covid 19.

«Chi si dedica alla coltura delle olive, anche a livello hobbistico - prosegue il vicepresidente - potrà inoltre recarsi ai frantoi per produrre olio dal proprio raccolto. Questo vale anche per i proprietari di orti, per chi non detiene partita Iva o non svolge attività agricola a titolo principale».

«L’olio è un bene di prima necessità - conclude - e, come tutti i generi alimentari, deperibile, pertanto come tale deve essere tutelato così come chi lavora in questo settore cardine per l’economia della nostra regione».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Liguria in area arancione, non si ferma l'attività degli olivicoltori

GenovaToday è in caricamento