menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nave-ospedale, esposto alla Corte dei Conti sui costi

Alice Salvatore chiede un approfondimento sulla gestione, interrogazione in consiglio regionale. Giampedrone: «Siamo ampiamente dentro i fondi garantiti dalla Protezione Civile»

Alice Salvatore, ex consigliera del Movimento 5 Stelle in Regione e ora capogruppo del nuovo movimento Il Buonsenso, ha presentato un esposto alla Corte dei Conti sulla Gnv Splendid, la nave convertita in nave-ospedale per pazienti covid in convalescenza ormeggiata in porto a Genova.

L’esposto è finalizzato a "controllare che queste spese impazzite siano riconducibili a vere necessità e non a spot elettorali o spreco indebito di risorse pubbliche. Il fatto stesso che dalla maggioranza non riescano a dare risposte concrete a domande semplici - scrive Salvatore - è la prova evidente che sanno di aver agito molto male, in quanto potevano creare nuovi posti letto per i convalescenti nelle decine di strutture già esistenti sul territorio. Questa situazione continua di spese 'allegre' con i nostri soldi deve finire, la giunta Toti deve capire che non sono dei signorotti medievali che possono spendere e spandere ciò che tolgono dalle nostre tasche. Devono garantire che l'utilizzo dei soldi dei cittadini sia fatto nel miglior modo possibile e soprattutto non a vantaggio solamente della loro immagine politica o di amici che poi misteriosamente vediamo comparire nella lista dei finanziatori della fondazione Change" che sostiene il governatore”.

Della questione si è parlato anche in consiglio regionale, con un’interrogazione presentata da Giovanni Lunardon (Pd), e sottoscritta dai colleghi del gruppo Sergio Rossetti e Luca Garibaldi, e un’interpellanza, presentata da Alice Salvatore (ilBuonsenso) e sottoscritta dal collega del gruppo Marco De Ferrari e dai consiglieri Andrea Melis e Fabio Tosi del Movimento 5 Stelle.

All’interrogazione ha risposto l’assessore regionale alla Protezione Civile, Giacomo Giampedrone, che ha spiegato che la nave, sino al 20 giugno, costerà meno di un milione di euro, e dunque meno del milione e 254 mila euro di costi autorizzati dalla Protezione civile nazionale. I costi sono di circa 118 euro al giorno per ciascuno dei 75 pazienti attualmente ospitati.

«Approvando la richiesta della Regione Liguria, il dipartimento nazionale della Protezione civile ha coperto un milione e 254 mila euro dei costi della nave ospedale fino al 4 maggio, per i primi 45 giorni di attività la nave è costata 566mila euro, molto al di sotto dalla cifra nazionale garantitaci. Dal 19 marzo si sono susseguiti tre contratti, il nuovo contratto costa 424mila euro, per ospitare 75 degenti a 118 euro al giorno. Il totale non arriva neanche a un milione di euro di costi fino al 20 giugno, spenderemo per la nostra nave circa un milione, e dunque ampiamente dentro al milione e duecentomila euro che il dipartimento nazionale ci ha autorizzato fino al 3 maggio».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Covid, Toti: «Dati positivi, oggi saremmo in zona gialla»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento