rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Coronavirus

Covid, mortalità dimezzata al San Martino tra prima e seconda ondata

Matteo Bassetti, direttore della clinica di malattie infettive: «Nel primo periodo sono morti 60 pazienti su 285 malati (21% mortalità) mentre nel secondo periodo abbiamo avuto 27 decessi su 261 ricoveri (mortalità al 10%)»

Tra prima e seconda ondata dell'epidemia da coronavirus la mortalità dei pazienti ricoverati per covid si è dimezzata all'ospedale San Martino di Genova, lo ha spiegato Matteo Bassetti, direttore della clinica di malattie infettive del nosocomio, nel consueto punto stampa sull'emergenza sanitaria. 

«Anche questa settimana abbiamo avuto più dimissioni che ricoveri - ha detto Bassetti - : è occupato il 60% dei 60 posti letto complessivi del reparto. Continua anche la collaborazione con i medici di medicina generale attraverso il sistema Poliss: dall’inizio della collaborazione sono arrivati 18 pazienti con ingressi in ‘fast truck’ quindi direttamente in reparto senza transitare dal pronto soccorso. Ci sono anche diversi pazienti sotto osservazione al domicilio grazie alla collaborazione dei medici di medicina generale con gli specialisti della Clinica di Malattie infettive».

«Dalla comparazione dei dati relativi a due periodi - ha aggiunto Bassetti - , il primo dal 24 febbraio al 30 maggio e il secondo dal 30 agosto a fine novembre, è emerso che nel primo periodo abbiamo avuto 285 malati ricoverati, 261 nel secondo. Età media 68 anni nel primo periodo, 66 nel secondo, quindi senza differenze significative. Giorni dall’esordio dei sintomi al ricovero ospedaliero, nel primo periodo erano 7 giorni, nel secondo 8 giorni. Il dato più significativo riguarda la mortalità complessiva: nel primo periodo sono morti 60 pazienti su 285 malati (21% mortalità) mentre nel secondo periodo abbiamo avuto 27 decessi su 261 ricoveri (mortalità al 10%). L’altro dato significativo è relativo alla durata della positività del tampone, che è passata da 11 giorni in media nel primo periodo a 9 giorni nel secondo periodo osservato, con una riduzione del 20% della durata della positività al tampone. È evidente una decisa riduzione della letalità del 50% e della durata del tampone positivo: questo è avvenuto grazie all’efficacia delle terapie cui sono stati sottoposti i pazienti nella Clinica di Malattie Infettive del Policlinico».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid, mortalità dimezzata al San Martino tra prima e seconda ondata

GenovaToday è in caricamento