Generosità "golosa": 50 torte regalate ai medici e agli infermieri del Villa Scassi

Sono state fatte a mano dai residenti di Montebruno in Val Trebbia per ringraziare gli operatori sanitari impegnati nella lotta al covid-19

Un gesto di solidarietà e di "dolcezza" quello degli abitanti di Montebruno, in Val Trebbia. 

Questa mattina hanno donato 50 torte dolci ai medici, infermieri e operatori sanitari dell'ospedale Vill Scassi come segno di ringraziamento per il lavoro svolto nel fronteggiare l'emergenza Coronavirus.

«I dolci sono stati preparati interamente dai residenti di Montebruno, ognuno a casa propria - spiega il sindaco Mirko Bardini - sono stati usati guanti e mascherina e abbiamo riportato sulla confezione gli ingredienti».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Su ogni torta delle antiche cartoline del paese, molte in bianco e nero e biglietti con una dedica o un ringraziamento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ex Rinascente, da ottobre arriva Axpo: inaugurazione con un omaggio a Genova

  • Elezioni regionali Liguria 2020, Toti oltre il 50%. Sansa: «Avventura finita»

  • Schianto in sopraelevata, muore una ragazza di 28 anni

  • Elezioni regionali, la mappa del voto a Genova

  • Un Premio Oscar a Genova: Helen Mirren pranza in una trattoria del centro

  • Coronavirus, individuato secondo cluster a Genova

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
GenovaToday è in caricamento