menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Natale, deroghe per visite ad amici e parenti: ecco l’autocertificazione per gli spostamenti

A prescindere da orari e modalità, per spostarsi durante il periodo che va dal 24 dicembre al 6 gennaio sarà necessario compilare il modulo: ecco il modello

Scatta il 24 dicembre il lockdown natalizio imposto dal governo per contenere il contagio di coronavirus in Italia durante le festività. E tra limitazioni, divieti e deroghe che hanno creato non poca confusione, una cosa pare confermata: la necessità di compilare e portare con sé il modello di autocertificazione quando ci si sposta.

L’autocertificazione (allegata in fondo alla pagina) sarà necessaria durante i giorni “rossi” - 24, 25, 26, 27, 30 dicembre e 4 gennaio - per qualcuno spostamento, visto che in zona rossa si può uscire solo per motivi di lavoro, salute e necessità. E sarà necessaria anche per “usufruire” delle deroghe previste dal governo: quelle che consentono di raggiungere abitazioni di amici e parenti in tutta la regione, nel periodo che va dal 24 al 6 gennaio, una sola volta al giorno e per un massimo di due persone, con rientro a casa entro le 22, orario del coprifuoco.

Quest’ultima deroga è quella che ha scatenato più perplessità tra i “rigoristi”, chi cioè chiedo un lockdown rigido per contenere il contagio: la possibilità di spostarsi a casa di altre persone, anche se in due e con limitazioni da coprifuoco, non impedisce infatti i tanto contestati pranzi e cenoni. Se è vero infatti che dal 21 dicembre 2020 al 6 gennaio 2021, sono vietati tutti gli spostamenti, anche per far visita ad amici o parenti, che comportino l’uscita dalla regione in cui si vive o in cui si ha la residenza, le faq pubblicate dal governo stabiliscono le seguenti eccezioni:

  • nei giorni festivi e prefestivi (24, 25, 26, 27 e 31 dicembre e 1, 2, 3, 5 e 6 gennaio) sarà possibile, una sola volta al giorno, spostarsi per fare visita a parenti o amici, anche verso altri Comuni, ma sempre e solo all’interno della stessa Regione, tra le 5 e le 22 e nel limite massimo di due persone. La persona o le due persone che si spostano potranno comunque portare con sé i figli minori di 14 anni (o altri minori di 14 anni sui quali le stesse persone esercitino la potestà genitoriale) e le persone disabili o non autosufficienti che con loro convivono;
  • nei giorni 28, 29 e 30 dicembre e 4 gennaio sarà possibile spostarsi liberamente, fra le 5.00 e le 22.00, all’interno del proprio Comune: conseguentemente sarà possibile anche andare a fare visita ad amici e parenti entro tali orari e ambiti territoriali. Negli stessi giorni sarà possibile anche, una sola volta al giorno, spostarsi per fare visita a parenti o amici, in un Comune diverso dal proprio, ma sempre e solo all’interno della stessa Regione, tra le 5 e le 22 e nel limite massimo di due persone. La persona o le due persone che si spostano potranno comunque portare con sé i figli minori di 14 anni (o altri minori di 14 anni sui quali le stesse persone esercitino la potestà genitoriale) e le persone disabili o non autosufficienti che con loro convivono;
  • sempre nei giorni 28, 29, 30 dicembre e 4 gennaio, sarà possibile, per chi vive in un Comune fino a 5.000 abitanti, spostarsi liberamente, tra le 5.00 e le 22.00, entro i 30 km dal confine del proprio Comune (quindi eventualmente anche in un’altra Regione), con il divieto però di spostarsi verso i capoluoghi di provincia (ecco la lista dei Comuni liguri) conseguentemente, sarà possibile anche andare a fare visita ad amici e parenti entro tali orari e ambiti territoriali.

Allegati

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Covid, Toti: «Dati positivi, oggi saremmo in zona gialla»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento