Coronavirus, Regione Liguria: «Nuove misure per il contenimento dell'emergenza»

Prima del weekend aumentano le code davanti ai supermercati e alle Poste

Ancora troppe persone fuori casa, soprattutto durante le giornate di bel tempo, e il rischio che si creino assembramenti - soprattutto sulle passeggiate, nei parchi e sui sentieri - è reale. E l'emergenza è lungi dall'essere finita: il premier Conte ha annunciato che le misure di contenimento verranno quasi certamente prorogate in tutta Italia, e anche Regione Liguria annuncia altri provvedimenti, in caso non arrivassero dal Governo. Tra l'altro il timore dell'arrivo di normative ancora più stringenti ha spinto nuovamente molti genovesi a formare lunghe code davanti ai supermercati e alle Poste soprattutto prima dei weekend, visto anche che alcune aziende come Coop hanno deciso di tenere chiusi i punti vendita la domenica.

«Dopo aver consultato la sanità, abbiamo deciso che nel caso in cui il Governo, che incontreremo alle 16.30 di oggi, non emani nuove e specifiche direttive, Regione Liguria diramerà comunque un’ordinanza, valida fino al 3 aprile, chiedendo ai sindaci del territorio di individuare e chiudere tutti i luoghi atti a creare assembramenti di qualsiasi genere»: lo ha scritto sui social il presidente di Regione Liguria Giovanni Toti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Considerando la diversità e peculiarità delle singole aree della nostra regione – dice Toti - riteniamo che ogni Comune conosca, meglio di chiunque altro, le zone da vietare e quelle invece da lasciare accessibili per le esigenze consentite. Ed è chiaro che le aree interdette possono cambiare anche a seconda della giornata festiva e feriale. Sarà comunque ribadito il divieto assoluto per tutti di recarsi nelle seconde case. Salvo diverse disposizioni governative sarà possibile ai negozi di alimentari restare aperti nei giorni festivi per consentire un meno caotico afflusso dei clienti ed evitare assembramenti nei giorni pre-festivi. Ovviamente la Liguria si atterrà alle misure ulteriori che il Governo vorrà eventualmente prendere».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ex Rinascente, da ottobre arriva Axpo: inaugurazione con un omaggio a Genova

  • Genoa, cinque nuovi acquisti per Maran

  • Elezioni regionali Liguria 2020, Toti oltre il 50%. Sansa: «Avventura finita»

  • Violenza sessuale in ospedale, ausiliario approfitta di una paziente in anestesia

  • Elezioni regionali, la mappa del voto a Genova

  • Coronavirus, caso positivo al Liceti di Rapallo, classe in quarantena

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
GenovaToday è in caricamento