Coronavirus

Coronavirus, Toti «Il metro di distanza sui bus? Una follia che dimostra inadeguatezza»

Il governatore ligure si scaglia contro il governo per la decisione di imporre il distanziamento - e i distanziatori - sui mezzi pubblici: «Dimostra la totale inadeguatezza dei ministeri»

Il governatore ligure si scaglia contro il governo per la decisione di imporre il distanziamento - e i distanziatori - sui mezzi pubblici: «Dimostra la totale inadeguatezza dei ministeri»

Per il presidente della Liguria, Giovanni Toti, imporre il metro di distanziamento sugli autobus è «una follia». Il governatore si è unito al coro di proteste arrivate dalle Regioni dopo le indiscrezioni trapelate dopo il vertice a Palazzo Chigi di lunedì pomeriggio: oltre alla conferma del gruppo di lavoro avviato al governo per la ripresa delle scuole, si è parlato anche della decisione, da parte del Comitato Tecnico Scientifico, di confermare il distanziamento obbligatorio di un metro sui mezzi pubblici, anche con la mascherina indossata.

«Dopo le mascherine obbligatorie per i bambini a scuola e i divisori di plexiglas tra i banchi, a meno di un mese dall’inizio delle lezioni dal Governo arriva l’ennesima regola inapplicabile: il metro di distanza sui bus e i distanziatori - ha tuonato Toti - Una follia che dimostra la totale inadeguatezza dei ministeri delle Infrastrutture e dell'Istruzione e la siderale distanza del Comitato tecnico dalla vita reale degli italiani. L'unica cosa che riesce perfettamente a questo Governo è proteggere se stesso da ogni assunzione di responsabilità». 

Tra le ipotesi emerse per garantire il 100% del carico sui bus, c’è quella confermata anche dall’assessore ai Traporti e vicepresidente della Regione Campania, Fulvio Bonavitacola(che coordina gli assessori ai Trasporti italiani): distanziatori o separatori da installare su autobus e treni per garantire il rispetto della norma.

Toti ha anticipato che la Liguria, dove su bus e metro si viaggia a pieno carico già da diverse settimane, «si assumerà anche la responsabilità di mitigare l'ennesimo tragico fallimento di un esecutivo che sta mandando allo sbaraglio dirigenti scolastici, alunni e famiglie che ancora non conoscono le modalità di rientro in aula dei loro ragazzi e bambini. Nei prossimi giorni incontreremo sindaci, province e aziende del trasporto pubblico locale per sopperire, come potremo, alle manifeste incapacità dei ministeri».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, Toti «Il metro di distanza sui bus? Una follia che dimostra inadeguatezza»

GenovaToday è in caricamento