Giovedì, 23 Settembre 2021
Coronavirus

Matteo Bassetti coordinerà il gruppo di lavoro su gestione pazienti covid per il Ministero della Salute

La nomina dall'Agenzia Nazionale per i Servizi Sanitari Regionali

«Sono stato nominato dall'Agenzia Nazionale per i Servizi Sanitari Regionali cordinatore scientifico di un gruppo di lavoro per la gestione del paziente covid-19 per il ministero della Salute. Insieme a insigni colleghi dovremo stilare i protocolli per la gestione ospedaliera dei pazienti covid+».

Ad annunciarlo è Matteo Bassetti, direttore della clinica di Malattie infettive dell'ospedale San Martino di Genova e componente della task force covid-19 della Liguria, postando su Facebook il documento che istituisce il gruppo, firmato dal direttore dell'Agenas Domenico Mantoan.

«Sono onorato dell'incarico che svolgerò, come ho sempre fatto, con rigore scientifico e spirito di servizio per il sistema sanitario nazionale. Un grazie particolare - aggiunge Bassetti - al vice ministro Pierpaolo Sileri che ha fortemente voluto questo gruppo di lavoro. Inoltre insieme ai medici di medicina generale genovesi abbiamo sviluppato un protocollo condiviso tra ospedale e territorio per la gestione a casa dei pazienti con il Covid che non hanno necessità di ricovero in ospedale. Abbiamo provato a fare ordine su quali e quando usare le varie terapie. Fatti e non parole».

Proprio in queste settimane il medico ha presentato il suo libro, "Una lezione da non dimenticare - Cronaca della battaglia per sconfiggere il Covid-19 senza panico né catastrofismo" (Cairo Editore e scritto con Martina Maltagliati). «È un libro scritto in estate nel mio tempo libero, che uso come mi pare. Non ho perso un minuto di lavoro - precisa Bassetti ad AdnKronos -. Ritenevo giusto scrivere per tutti, io che fino ad oggi ho scritto libri scientifici solo per i colleghi. Racconta del sangue freddo, della calma e di come serva non farsi prendere dalla paura di non farcela in momenti davvero complicati. È proprio questo il messaggio che voglio far arrivare al lettore". L'infettivologo, divenuto nei mesi anche un volto noto delle tv, ammette che «non c'è nulla di male a scrivere un libro, è un esercizio della mente, il problema è quando è un brutto libro e non un buon libro come questo».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Matteo Bassetti coordinerà il gruppo di lavoro su gestione pazienti covid per il Ministero della Salute

GenovaToday è in caricamento