menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Wedding planner, fotografi e addetti catering in piazza: la protesta del mondo dei matrimoni

Appuntamento a De Ferrari per chiedere una data certa per ripartire e adeguati ristori per riuscire ad andare avanti sino a una ripresa del settore cerimonie

L’emergenza coronavirus ha di fatto bloccato tutte quelle attività considerate non indispensabili, e tra queste rientrano anche i matrimoni: nella migliore delle ipotesi ridotti a cerimonie a numero chiuso con poche manciate di invitati, hanno spinto moltissime coppie a rimandare il sogno di coronare il loro sogno d’amore con una cerimonia, praticamente azzerando il fatturato di tutte le categorie di lavoratori che vi ruotano attorno.

Proprio i wedding planner e gli organizzatori di eventi si sono dati appuntamento venerdì in piazza De Ferrari per una protesta con "strumenti di lavori" che ha coinvolto anche fotografi, catering, sarti e agenzie di viaggio: la richiesta è quella di poter ripartire in sicurezza, con protocolli rivisti e con una data certa, o in alternativa di ricevere adeguati ristori per poter tenere duro sino a quando la pandemia non allenterà la morsa.

A oggi i numeri sono drammatici: il mondo dei matrimoni fattura in Liguria circa 2 miliardi l’anno e dà lavoro a 30mila lavoratori, tra indotto diretto e indiretto, che si sono visti calare il fatturato dell’85%.

«Ho voluto incontrarli per dire che sono dalla loro parte - ha detto il presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti, che li ha incontrati a De Ferrari - dopo Pasqua l’Italia si aspetta un cambio di passo e per farlo mi auguro che il Governo parta dai dati sulla diffusione del virus per decidere. Chiudiamo dove serve, con misure chirurgiche che già hanno funzionato, e invece dove si può lasciamo alle nostre attività la possibilità di guardare finalmente al futuro».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Covid, Toti: «Riaperture dal 20 aprile, ci sono le condizioni»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento