Venerdì, 18 Giugno 2021
Coronavirus

Scuole, controlli sulle mascherine davanti a 11 istituti e ai capolinea

Da lunedì mattina squadre composte da polizia Locale e Protezione Civile presidiano alcuni licei e primarie della città per verificare che gli ingressi avvengano nel rispetto delle regole

Sono partiti lunedì mattina i controlli di polizia Locale e Protezione Civile finalizzati a verificare che gli studenti delle scuole genovesi indossino regolarmente la mascherina.

Il Comune, su suggerimento della Prefettura, ha selezionato 11 istituti da cui partire per la sperimentazione: per quanto riguarda i licei, il Cassini e il Klee in via Galata, il D’Oria alla Foce, il Bergese a Sestri Ponente, il Firpo-Buonarroti di via Canevari, l’Einaudi di piazza Sopranis. Sul fronte primarie e secondarie, il presidio era davanti all’ic Sestri Est di via Ursone, l’ic Quinto di via Gianelli, l’ic Castelletto di corso Firenze, l’ic Centro Storico in piazza Santa Maria via Lata e l’ic Garaventa-don Gallo in piazza delle Erbe.

 Gli addetti alla Protezione Civile sono stati tutti dotati di mascherine da consegnare in caso di necessità. Il compito è quello di sorvegliare gli ingressi e accertarsi che tutti - non solo gli studenti - indossino la mascherina per l'ingresso in istituto, e di consegnarla in caso di mancanza. La stessa operazione è stata svolta anche ai capolinea dei bus più utilizzati dagli studenti.

 Il provvedimento è stato stabilito durante la riunione del Comitato Ordine e Sicurezza Pubblica dello scorso venerdì, in cui si è parlato anche della nuova ordinanza che impone la mascherina in centro storico per 24 ore al giorno, a prescindere dalla distanza. 
 
La prima giornata di sensibilizzazione ha restituto un bilancio positivo: "Abbiamo impiegato una quarantina di volontari per squadre miste - spiega il consigliere delegato alla Protezione Civile, Sergio Gambino, che ha seguito l'iter dal principio - Abbiamo notato che i ragazzi sono diligenti, hanno quasi tutti la macherina, ne abbiamo consegnate pochissime. Alcuni non le indossano correttamente, magari le tengono sul mento o non coprono il naso, ma anche lì si tratta di casi sporadici. Ciò che è importante però + che i ragazzi capiscano che la mascherina non va usata solo per la scuola, ambiente in cui sono moolto controllati, ma anche quando sono al parco, nei negozi, a spasso con gli amici".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scuole, controlli sulle mascherine davanti a 11 istituti e ai capolinea

GenovaToday è in caricamento