Lunedì, 20 Settembre 2021
Coronavirus Centro / Via XX Settembre

No green pass ancora in corteo per le vie del centro

"I vostri fischi in piazza per me sono applausi", ha commentato il presidente della Regione Toti, oggetto di molti cori

La tentazione della spiaggia nell'ultimo fine settimana di agosto non ha avuto la meglio sul desiderio di ribadire ancora una volta il proprio 'no' al green pass da parte di alcune centinaia di manifestanti, che anche sabato 28 agosto, come tutti gli altri del mese, si sono riversati per le strade del centro di Genova fra slogan e striscioni.

Il corteo è partito intorno alle 18 da De Ferrari, per poi concludersi circa due ore dopo. Il percorso, quello annunciato, ovvero tappe davanti alle sedi di Primocanale, de Il Secolo XIX, al tribunale e Confindustria. In giornata ha suscitato ampia discussione un'altra protesta, annunciata per l'1 settembre presso le stazioni ferroviarie. Fra gli stessi manifestanti, i pareri non sono affatto concordi sull'opportunità di tale azione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Anche questa volta in occasione del corteo non è mancata la reazione del presidente della Regione, Giovanni Toti. "Obbligare a una vaccinazione che può salvare milioni di vite non viola nessun diritto umano - ha scritto Toti sui suoi profili social -. Bloccare le stazioni ferroviarie invece viola il diritto di muoversi per andare a lavorare o tornare a casa. Far richiudere le città invece distrugge la nostra economia e i nostri lavoratori. Dare la possibilità al virus di diffondersi ancora invece provoca morte e ulteriore dolore. Quello che forse certe persone hanno dimenticato (per fortuna una minoranza) offendendo il ricordo di migliaia di vittime del covid".

"Fiero di leggere di essere vostro nemico nelle 'segretissime' chat di Telegram e nei commenti dei profili falsi sui social, tutti comunque segnalati alle autorità competenti. I vostri fischi in piazza per me sono applausi. E ricordatevi sempre che proprio grazie alla democrazia potete protestare e diffondere le vostre balorde teorie senza fondamento scientifico, false, inutili e dannose. Vi chiamate guerrieri ma siete solo dei vigliacchi".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

No green pass ancora in corteo per le vie del centro

GenovaToday è in caricamento