menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il coronavirus fa un'altra vittima tra i medici: morto il pediatra Luigi Picardi

Esperto neonatologo, per molto tempo ha lavorato in ospedale e da anni lavorava con i bambini sul territorio: «Ciao Gino, sei stato impavido e sei caduto sul campo»

Il coronavirus fa un’altra vittima tra i medici genovesi. Luigi Picardi, pediatra, è morto il 13 novembre, vittima numero 189 dei medici caduti nel corso dell’epidemia di covid 19.

L’annuncio è arrivato dalla Federazione nazionale degli ordini dei medici chirurghi e degli odontoiatri, che da marzo tiene un elenco dei medici morti per la malattia. 

Picardi, 64 anni, era neonatologo e pediatra,  per lungo tempo ha lavorato in ospedale ed è poi passato a curare i bambini come pediatra di famiglia.

Tantissimi i messaggi di cordoglio e dolore per la morte, sia tra pazienti e famiglie sia tra colleghi: «Ciao Gino, Amico dolce, schietto e sincero, collega neonatologo di valore per le tue conoscenze e la tua passione, lavoratore senza soste - è quella della collega Flaminia Torielli - Sei stato impavido e sei caduto sul campo, dopo tanto dolore. Resterai per sempre nel mio cuore e nei miei pensieri come un compagno di viaggio prezioso. Vola libero. Guardando nelle notti d’estate la via lattea, ti penserò lassù esattamente su una di quelle stelle».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento