Domenica, 17 Ottobre 2021
Coronavirus

​Covid, Liguria divisa a metà: Ponente rosso, ma «il Levante è giallo». Rt sopra l'1

La regione in zona rossa, come il resto d'Italia, dalla notte tra venerdì e sabato: da martedì dovrebbe tornare in arancione, ma la situazione a ponente resta preoccupante

Il ponente ligure è zona rossa causa incidenza crescente di casi di coronavirus, ma il resto della Liguria continua ad avere numeri da zona gialla: alla vigilia del fine settimana di Pasqua in lockdown il presidente della Regione, Giovanni Toti, conferma la necessità di adottare misure più restrittive tra Savona e Imperia per il superamento della soglia di allarme in termini di contagio e diffusione del covid, e auspica nuovamente di poter procedere con le riaperture decisive «a fine aprile, massimo primi di maggio».

«Il virus sta crescendo soprattutto nel ponente, dove abbiamo preso misure dolorose come il prolungamento della zona rossa necessarie per evitare di trascinare una situazione che, se non fermata, rischia di degenerare - ha detto venerdì sera - La crescita del virus per fortuna al momento non si riverbera sugli ospedali con una grande pressione. La Liguria, grazie alla situazione di Genova, La Spezia e del Tigullio avrebbe ancora una condizione da zona gialla, che non esiste causa legislazione nazionale che la sospende fino alla fine del mese di aprile».

Dopo Pasquetta Liguria arancione

Dopo Pasquetta, dunque, la Liguria dovrebbe tornare in arancione con l’eccezione di Savona e Imperia, dove la zona rossa è prolungata sino al 12 aprile. Il quadro della regione è stato confermato anche da Filippo Ansaldi, direttore della prevenzione di Alisa, che ha spiegato che «I nuovi casi nella nostra regione da 10 giorni stanno crescendo in modo importante, soprattutto in provincia di Imperia e Savona, la sotuazione di Genova e La Spezia è di una circolazione meno efficace ed evidente ma siamo sempre al di sopra dei valori che abbiamo osservato nelle settimane scorse».

«Il quadro epidemiologico è sintetizzato dal report, in cui emerge chiaramente come se da un lato il processo di tracciamento e monitoraggio siano invariati, su ottimi livelli, siamo di fronte a un aumento della circolazione. L'Rt è sopra 1, pari a 1,02, ma è di 17 giorni fa e negli ultimi 10 c'è stato un aumento significativo dei nuovi casi. Lo scenario di tipo 1 con rischio alto, legato anche alla pressione sugli ospedali, ci fa finire in area arancione come da dl del 12 marzo».

Il sindaco Marco Bucci, dal canto suo, ha invitato nuovamente alla prudenza mettendo in guardia contro eventuali violazioni delle norme: «Ci aspettano tre giornate in zona rossa, bisogna rispettare le norme, in città avremo la polizia Locale e la Protezione Civile impegnate nel controllo e nel suggerimento a tutti i cittadini delle norme di comportamento. Non aumentiamo il numero delle multe e stiamo attenti - ha concluso - non possiamo e non dobbiamo fare assembramenti, comportiamoci in modo da facilitare l’allontanamento della pandemia».

«Questa settimana l’aumentata circolazione del virus ha caricato di più gli ospedali, ma la pressione non è stat così grande come ci si aspettava, non abbiamo mai superato il livello di guardia del 40% per la media intensità e abbiamo superato dell’1% quello delle terapie intensive - ha detto Angelo Gratarola, Direttore Dipartimento Emergenza Urgenza della Liguria - I pronto soccorso non sono mai andati in affanno, neppure il San Martino che è il più grande hub di gestione. Questo succede perché il tracciamento e la capacità di gestione territoriale della malattia sono migliorati e la vaccinazione è stata l’arma che ha permesso di non mandare in affanno gli spedali perché ha tolto la parte più fragile, gli over 80 e gli ospiti delle rsa»

Vaccini, Toti: «Pronto hub per vaccinazioni sino alle 2 di notte»

Toti ha anche confermato l’intenzione di voler accelerare la campagna vaccinale con una serie di aperture di nuovi hub e punti di vaccinazione.

«Contiamo di aumentare ancora il ritmo con l’apertura dell’hub fino alle 2 di notte, la torre di Msc, poi ci saranno le aperture dell’hub di Taggia e una serie di aperture che comunicheremo passo passo, in questo fine settimana la campagna vaccinale non si fermerà, le strutture funzioneranno a rotazione e lunedì di Pasquetta la Fiera continuerà a funzionare»

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

​Covid, Liguria divisa a metà: Ponente rosso, ma «il Levante è giallo». Rt sopra l'1

GenovaToday è in caricamento