menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, la Liguria passa in zona gialla da lunedì

I numeri dell'epidemia in Liguria fruttano il ritorno nell'area considerata a rischio complessivo moderato: da lunedì 1 febbraio riaprono bar e ristoranti, spostamenti liberi nel territorio regionale

Alla fine l'ambita promozione in zona gialla è arrivata: complice la diminuzione generale dei numeri della pandemia, un Rt inferiore a 1 e una minore pressione sugli ospedali, il Ministero della Salute Roberto Speranza ha confermato che la Liguria entra in zona gialla a partire dalla notte tra domenica 31 gennaio e lunedì 1 febbraio.

Dalla mattina di lunedì 1 febbraio, dunque, bar e ristoranti possono tornare ad aprire al pubblico sino alle 18, gli spostamenti saranno consentiti liberamente su tutto il territorio regionale (a patto che si rispetti il coprifuoco), e - novità dell’ultimo dpcm - i musei liguri potranno per la prima volta riaprire, a patto di garantire il distanziamento ed effettuare accessi contingentati.

La Liguria resterà in zona gialla per due settimane, periodo in cui, per restare gialla, i numeri della pandemia dovranno scendere ulteriormente, o quantomeno non aumentare: «I dati delle ultime due settimane testimoniano una decrescita, anche se lenta - ha confermato Silvio Brusaferro, presidente dell’Istituto Superiore di Sanità, venerdì sera - l’Rt questa settimana è in Italia è sotto l’1 praticamente in tutte le regioni, e quello medio. Per dell0 0,74, che è un dato positivo».

Sino alla conferma ufficiale di Toti, sembrava che la Liguria potesse restare in zona arancione per «una differenza di interpretazione», come spiegato da Toti stesso:  «Secondo il ministero infatti i 14 giorni andrebbero conteggiati a partire dalla prima riunione della cabina di regia di verifica, che si è svolta il 21 gennaio scorso. Con questa interpretazione la riclassificazione delle Regioni slitterebbe di una settimana, quindi a sabato prossimo».

La Regione, così come altre Regioni italiane in bilico tra giallo e arancione, avevano però contestato il “ricalcolo”, e alla fine è arrivata la promozione: «È stato cambiato il meccanismo per il passaggio tra la zona gialla e quella arancione - ha detto Toti da Roma venerdì - i dati sono stati modificati per rendere più facile l’accesso in zona arancione quando salgono i contagi, ma sarà più facile anche uscirne, vale per questa domenica e vale per il prossimo futuro. Ovviamente tutto dipende da noi, e da come rispetteremo le misure di prevenzione, dal distanziamento alla mascherina passando per il lavaggio delle mani».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Caligo: Genova si sveglia (ancora) nella nebbia, le foto più belle

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento