rotate-mobile
Coronavirus

Salgono a 353 i sanitari no vax sospesi in Liguria

I numeri dei provvedimenti avviati e la mancanza di infermieri al San Martino

Sono 353 i sanitari in Liguria che finora non hanno accettato di sottoporsi alla vaccinazione e che, dopo l’entrata in vigore del Dl 44, sono stati sospesi senza stipendio o spostati a servizi non a contatto con i malati.

I sanitari che hanno rifiutato la vaccinazione sono 69 all'ospedale San Martino di Genova, 13 all’Istituto pediatrico Gaslini, 5 all’Evangelico, 15 al Galliera, 56 in Asl1, 86 in Asl2, 61 in Asl3, 24 nella Asl4 e 24 in Asl5. La percentuale dei sanitari no vax, sul totale di circa 25 mila che operano in tutta la Liguria, è dunque di 1,4%.

Intanto al policlinico San Martino è emergenza per mancanza di infermieri. Tra le sospensioni di quelli no vax e le assenze pre-pandemia o di chi non ha potuto immunizzarsi per problemi di salute, mancano in forze 300 infermieri e per evitare chiusure o tagliare i posti letto si è reso necessario ricorrere agli accorpamenti: il reparto di urologia e quello di chirurgia dei trapianti sono stati uniti, mentre la chirurgia del trapianto di rene ha “traslocato” al piano di chirurgia vascolare.

Ancora, nel reparto di ortopedia l’intento di aprire una seconda sala operatoria, perlomeno allo stato attuale, è rimandato perché sussite il rischio che non ci siano infermieri sufficienti a garantire la degenza.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Salgono a 353 i sanitari no vax sospesi in Liguria

GenovaToday è in caricamento