Sabato, 18 Settembre 2021
Coronavirus

Covid, la Liguria si prepara a tornare in zona gialla. Toti: «Dal 15 febbraio vaccinati gli over 80»

I dati, dopo quasi due settimane di zona arancione, sembrano suggerire che la regione possa tornare nell'area di rischio moderato. Presentato intanto oggi il piano di vaccinazione che fissa a metà febbraio la data per partire con le vaccinazioni ai più anziani

Ennesimo "valzer di colori" per l'Italia, ormai dallo scorso settembre intrappolata in un meccanismo di assegnazione di tonalità che vanno dal giallo al rosso a seconda dell'andamento del contagio da coronavirus. 

La Liguria, con l'eccezione del lockdown natalizio, ha sempre oscillato tra il giallo e l'arancione, e dallo scorso 17 gennaio è proprio in arancione: bar e ristoranti chiusi, asporto vietato dalle 18 in poi, musei e luoghi di cultura chiusi (il nuovo dpcm ne consente l'apertura in giallo), no allo spostamento tra Comuni a meno che non sia una necessità, un'esigenza lavorativa o un'esigenza di salute, o che non si stia usufruendo della deroga che lo consente a chi abita nei paesi con meno di 5.000 abitanti.

Dopo due settimane di arancione, però, la Liguria potrebbe tornare in zona gialla, e starci per almeno altre due settimane. Lo spera il presidente della Regione, Giovanni Toti, che mercoledì da Roma ha snocciolato numeri del contagio in calo e si è detto ottimista che la nuova ordinanza del ministero della Salute porterà la Liguria nella fascia con rischio più moderato.

«Questo è un fine settimana in cui il MInistero deciderà su parere del Cts e del report dell’Iss che arriverà giovedì sera sulla classificazione delle zone, è una decisione importante e i dati sono importanti - ha spiegato dalla sede istituzionale della Regione Liguria a Roma - È bene non abbassare la guardia, la pressione sugli ospedali sta diminuendo così come il numeri dei contagi. Speriamo che questa diminuzione produca un miglioramento anche sul numero delle vittime»

L’unica eccezione, ha detto Toti, è rappresentata dall’imperiese, dove alcuni cluster, tra cui uno in rsa, hanno spinto la Asl 1 ad aumentare i tamponi effettuando oltre 1.100 tamponi in due giorni. Risultato, 96 nuovi positivi tra martedì e mercoledì, ma «i dati sono quindi in linea con la media regionale. Il dato degli ospedalizzati rimane superiore alle 600 unità, spero che entro il prossimo fine settimana possa scendere».

Vaccini covid, dal 15 febbraio dosi agli over 80

L’altro obiettivo della Regione, oltre al ritorno in zona gialla, è quello di avviare la Fase 2 di vaccinazioni, quella di massa, partendo dagli over 80 e passando poi agli over 75.

Il cronoprogramma, tratteggiato dal professor Giancarlo Icardi nel piano che verrà presentato proprio oggi, è di iniziare il 15 febbraio con le vaccinazioni sugli ultra ottantenni che vivono in Liguria - con un metodo che ancora andrà definito: forse verranno affidati ai medici di famiglia, anche se le sedi sono già state individuate - e che a maggio si inizi con gli over 75.

«Questo ovviamente - ha detto Toti - se le consegne dei vaccini torneranno a essere puntuali, senza tagli, e si possa tornare a un numero di dosi significativamente superiore, come ci ha comunicato Pfizer e come ci ha confermato il commissario Arcuri. In questo modo potremo arrivare all’estate con un significativo abbattimento della mortalità».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid, la Liguria si prepara a tornare in zona gialla. Toti: «Dal 15 febbraio vaccinati gli over 80»

GenovaToday è in caricamento