Coronavirus

Riaperture, l'anticipazione di Toti: «Dal 26 aprile la Liguria torna in zona gialla»

I dati confermano un rt sotto il valore 1 e gli altri parametri sono coerenti con la zona di rischio

Dal 26 ricomincia la divisione in zona del Paese e secondo il report del Cts, e successive ordinanze del ministro Speranza che saranno diffuse domani, la Liguria si conferma in fascia gialla con un rt sotto il valore 1 e con i  parametri coerenti con la zona di rischio.

Ad anticiparlo è il presidente della regione Giovanni Toti, giovedì sera in conferenza stampa sul covid: «Oggi c'è stata anche una nuova riunione straordinaria della conferenza delle Regioni e ho incontrato tutte le categorie economiche della Liguria, insieme ad una rappresentanza dei comuni liguri di Anci, tutte le parti sociali e i principali sindacati, per discutere del piano delle riaperture e del sostegno che dovremmo prendere nelle settimane successive perchè questa sia effettiva e produttiva».

Delusione e stupore su alcune decisione che sono state prese: «Speravamo che le regioni potessero aver dato un contributo di ragionevolezza e moderazione ma così non è stato - continua Toti - abbiamo chiesto ulteriore riflesisone al governo e un rapido step di verifica per poter capire se è possibile tornare sulle quelle decisioni».

In particolare i suggerimenti delle regioni riguardavano la riapertura anche interna dei locali di ristorazione, considerate le temperature non proprio primaverili del periodo, e l'estensione di almeno un'ora del coprifuoco, passando dunque dalle 22 alle 23. «Me ne dispiaccio - è il commento di Toti - tornare a casa alle 22 vuol dire non usufruire di questi servizi, considerato che molte persone alle 19 ancora lavorano o hanno impegni di famiglia e quindi andare al ristorante non è agevole».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Riaperture, l'anticipazione di Toti: «Dal 26 aprile la Liguria torna in zona gialla»

GenovaToday è in caricamento