Venerdì, 24 Settembre 2021
Coronavirus

Liguria in arancione, i ristoratori “ribelli” che sfidano il dpcm

Diversi imprenditori hanno voluto lanciare un segnale tenendo aperto il giorno di San Valentino

Anche a Genova si fa sentire il fronte dei ristoratori “disobbedienti” che il giorno di San Valentino hanno deciso di tenere aperto nonostante l’entrata in vigore della zona arancione.

Dopo 24 ore di riflessione, alcuni ristoratori genovesi hanno infatti deciso di aprire ugualmente a pranzo, e di non gettare via tutte le provviste acquistate nella settimana precedente per prepararsi a una giornata che aveva fatto registrare il tutto esaurito in termini di prenotazioni.

Tra i ristoratori “disobbedienti” ci sono diversi locali disseminati non solo a Genova, ma anche nelle riviere e nell’entroterra, imprenditori che hanno scelto di sfidare l’ordinanza del ministero della Salute che ha passato la Liguria in zona arancione dopo due settimane di gialla a causa principalmente della difficile situazione contagi nel ponente.

Testimonial illustre della "rivolta" Ivano Ricchebono, chef stellato del ristorante "The Cook al Cavo", che qualche giorno fa aveva lanciato un appello perché venissero aperti i ristoranti anche la sera, almeno quella di San Valentino, viste anche le condizioni di prenotazione - intimità e tavoli principalmente da due - e la necessità di ritornare a lavorare. Inevitabile l'amara ironia dopo la notizia del passaggio in arancione: "Se chiedere di aprire a cena per San Valentino ha portato a questo la prossima volta mi faccio i fatti miei".

Iniziative che hanno riscosso il supporto dei clienti: c’è chi all’annuncio della zona rossa ha annullato le prenotazioni, ma c’è anche chi ha voluto manifestare sostegno ai ristoratori e partecipare a una simbolica protesta che potrebbe causare multe sino a 400 euro.

La giornata fredda non ha inoltre scoraggiato le passeggiate e le uscite in zona arancione: molte le passeggiate prese d'assalto, così come le alture, con qualche gruppo che ha "sconfinato" per cercare luoghi isolati in cui trascorrere qualche ora all'aria aperta.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Liguria in arancione, i ristoratori “ribelli” che sfidano il dpcm

GenovaToday è in caricamento