menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus: focolaio all'ospedale di Lavagna, innescato da personale non vaccinato

Nove i pazienti positivi. «Si è verificato un fatto analogo a quello avvenuto all'interno del San Martino», ha detto il presidente della Regione, Giovanni Toti, durante il consueto punto serale sull'emergenza covid

In occasione dell'avvio dell'attività dell'hub della Fiera di Genova saranno presenti anche il generale Francesco Paolo Figliuolo, commissario straordinario per l'emergenza covid-19 e il capo del Dipartimento nazionale di Protezione civile Fabrizio Curcio. Ad annunciarlo è stato il presidente di Regione Liguria Giovanni Toti, che ha effettuato questo pomeriggio un sopralluogo al padiglione Jean Nouvel della Fiera di Genova, dove dal 29 marzo sarà operativo il nuovo hub vaccinale della città di Genova.

«Da lunedì questo diventerà uno dei principali hub della Liguria e tra i più grandi d'Italia - ha detto Toti - e consentirà di aumentare la nostra capacità vaccinale secondo il piano che abbiamo predisposto, che prevede di arrivare a 55mila vaccini a settimana e poi crescere ancora per le necessità che ci saranno, sempre compatibilmente con le dosi che ci verranno consegnate. È un hub che potenzialmente può arrivare a molte migliaia di vaccini al giorno lavorando sulle 24 ore».

L'hub della Fiera sarà infatti gestito in collaborazione tra servizio sanitario regionale, in questo caso la Asl3, e sanità privata convenzionata, grazie all'accordo siglato da Regione Liguria con Confindustria Sanità, Confcommercio Salute, Confartigianato Salute e Lega delle cooperative.

Coronavirus, il bollettino del 24 marzo

Nell'hub verranno vaccinate le persone della fascia 70-79 con percorso cold (vaccino Astrazeneca) e i soggetti 'estremamente vulnerabili' con percorso freeze (vaccino Pfizer). «L'hub della Fiera - aggiunge Toti - partirà con circa 2mila vaccini al giorno per poi crescere non appena avremo una disponibilità di vaccini sufficiente. Avrà un hub gemello alla Spezia, mentre è già in funzione il Palacrociere di Savona con ottimi risultati di performance».

«Stiamo andiamo ad esaurire gli ultra ottantenni - precisa il presidente - nei confronti dei quali abbiamo adottato una politica di chilometro zero, portando il vaccino il più vicino possibile a casa, aprendo molti piccoli centri vaccinali e organizzando giornate dedicate nei piccoli centri sul territorio. Abbiamo già vaccinato quasi il 70% degli over 80 che si sono prenotati per la vaccinazione. Adesso passiamo ai grandi numeri e dobbiamo accelerare e quindi ci dotiamo di hub in grado di fare potenzialmente 5mila vaccini tutti i giorni. Lo spazio c'è, così come le capacità cliniche e sanitarie, la logistica e l'organizzazione».

Cluster ospedale Lavagna

In conclusione del suo intervento, il governatore ha comunicato anche la presenza di due cluster nella nostra regione, uno in una rsa di Tiglieto e l'altro all'interno dell'ospedale di Lavagna. I dettagli relativi a quest'ultimo focolaio dovrebbero essere chiariti attraverso un comunicato dell'Asl4, non ancora pervenuto. Toti ha spiegato che «si è verificato un fatto analogo a quello avvenuto all'interno del San Martino, ovvero un cluster ospedaliero, generato, almeno così pare dalle prime indagini dell'Asl, da personale sanitario non vaccinato, che ha portato in virus inconsapevolmente di un reparto e ha provocato nove pazienti positivi».

Nuovo hub alla Fiera, come funziona

«Questo centro vaccinale - spiega Luigi Carlo Bottaro, direttore generale Asl3 - è stato realizzato dal gruppo di progetto Asl3 con la preziosa collaborazione dell'Ente Fiera. Al suo interno, su iniziativa di Regione Liguria, opereranno insieme Asl3 e sanità privata. Il centro garantirà sin da subito 1.500 vaccini al giorno, per arrivare l'1 aprile a più di 2.500 somministrazioni giornaliere. Tra i fiori all'occhiello di questo progetto vorrei evidenziare anche quello della fruibilità: il percorso è stato definito in modo chiaro per il cittadino, che troverà alla Fiera - in una posizione strategica della città - personale altamente qualificato e un percorso vaccinale organizzato in modo efficiente e sicuro, a partire dall'accettazione per arrivare all'osservazione post vaccinale».

«Asl3 - aggiunge Giacomo Zappa, responsabile medico Asl3 dell'hub vaccinale - ha messo in atto un processo finalizzato a garantire alti flussi e produttività in un luogo facilmente raggiungibile dalla popolazione, con la disponibilità di un parcheggio esterno in piazzale Kennedy collegato al padiglione Jean Nouvel attraverso una navetta gratuita. Sono previste dieci ore di vaccinazioni al giorno dal lunedì al venerdì e cinque il sabato, con un'offerta di postazioni che sarà progressivamente ampliata. Per garantire il rispetto dei tempi ricordiamo ai cittadini di portare con sé la carta d'identità necessaria per il riconoscimento e una penna; consigliamo di presentarsi con i moduli necessari, disponibili sul sito di Asl3, già compilati. Raccomandiamo inoltre - conclude Zappa - di utilizzare un vestiario comodo, che agevoli la somministrazione rapida del vaccino».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

A Genova c'è lo scalone a cui si ispirò Hitchcock per "Vertigo"

Coronavirus

Ristorante aperto: «Siamo una mensa», ma scattano le multe

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento