Addio a Klainguti, gran bar pasticceria dal 1828

Gli attuali proprietari, loro malgrado, hanno deciso di abbassare la saracinesca per sempre e solo un eventuale nuovo acquirente potrebbe garantire un giorno la riapertura

Il 2020 sta mietendo molte vittime e Genova perde un altro pezzo della sua storia. Oltre alle persone, che si ammalano di covid, la pandemia sta segnando anche la fine di attività, che erano in piedi da decenni, se non di più. All fine dello scorso anno in piazza Soziglia ha chiuso Foot Locker. A distanza di pochi mesi, la stessa sorte è toccata al negozio di fronte.

Fratelli Klainguti, gran bar pasticceria dal 1828, non ha retto al calo delle vendite, dovuto all'emergenza sanitaria, e ha dovuto arrendersi. Per i genovesi era un punto fermo, un locale storico, di quelli davanti ai quali farsi un selfie, per essere attuali.

Gli attuali proprietari, loro malgrado, hanno deciso di abbassare la saracinesca per sempre e solo un eventuale nuovo acquirente potrebbe garantire un giorno la riapertura. Ed è quello che sperano i dipendenti, ovvero che arrivi qualcuno disposto a proseguire l'attività, mantendendo il personale.

Chi sa che fine farà il biglietto, scritto da Giuseppe Verdi, per ringraziare i fratelli Klainguti della brioche 'Falstaff', creata apposta per lui.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente di caccia a Bolzaneto: muore 58enne colpito per errore

  • Travolta da uno scooter a Sant'Eusebio, muore in ospedale: «Ciao Ale»

  • All'asta le sneaker della Lidl. Anche mille euro per una taglia 38

  • Tragedia al San Martino, trovato morto paziente allontanatosi dal reparto

  • A passeggio dopo il coprifuoco: «Stiamo tornando a casa dopo una festa con amici». Multati

  • La risposta ligure alle scarpe della Lidl? Ci pensa il comico Andrea Di Marco con il Movimento Estremista Ligure

Torna su
GenovaToday è in caricamento