Sabato, 12 Giugno 2021
Coronavirus

Vaccino coronavirus, Toti: «Ritengo che da giugno si andrà senza più fasce di età»

Il 18 maggio prenderanno il via le prenotazioni per la fascia 50-54 anni. Poi, secondo quanto anticipato dal governatore durante il consueto punto stampa serale sul covid, dovrebbero potersi vaccinare tutti

Partirà alle 23 di venerdì 7 maggio la prenotazione sul portale prenotavaccino.regione.liguria.it dei vulnerabili under 60 e dal giorno dopo attraverso il numero verde. Da martedì 11 maggio alle 23 partiranno, sempre sul portale, le prenotazioni per la fascia 55/59 e dal giorno dopo al numero verde. Lo ha comunicato il presidente di Regione Liguria, Giovanni Toti, mercoledì 5 maggio nel punto stampa serale sul covid e le vaccinazioni.

«Poi col martedì successivo arriveremo ai 50 anni - ha detto Toti -. Da quel momento in poi ritengo che, anche stando alle indicazioni e ai colloqui costanti con il ministro Speranza e con il commissario generale Figluolo, andremo senza più fasce di età sull'intera popolazione, per aggredire quella fascia del mondo del lavoro, gli hub aziendali che possono mettersi in campo con la vaccinazione, verosimilmente a partire dal mese di giugno».

«Tutte le persone vulnerabili (con comorbidità di età inferiore ai 60 anni precedentemente denominati fragili), il cui appuntamento già prenotato era stato sospeso, riceveranno, nei prossimi giorni, un messaggio automatico con il nuovo appuntamento - ha ricordato il presidente -. Nel caso non andasse bene, possono andare sul portale prenotovaccino entrare, disdirlo e riprenotarsi autonomamente».

«A fine maggio - prosegue Toti - completiamo le vaccinazioni domiciliari perché in Asl1 ne mancano 400 e ne facciamo 66 al giorno. In Asl2 ne mancano 1.400 e ne facciamo 66 al giorno. In Asl3 ne mancano quattromila e ne facciamo 200 al giorno. In Asl4 ne mancano mille e ne facciamo 60 al giorno e in Asl5 ne mancano mille e ne facciamo fino a 70 al giorno».

Coronavirus, il bolettino del 5 maggio

«I dati sono in discesa come trend, domani aspettiamo anche i dati dell'Istituto superiore di sanità - ha ricordato il governatore -, che non avranno sorprese, perché abbiamo un Rt sotto l'1, un trend di riduzione del covid in tutta la regione. Oggi abbiamo 144 casi nell'intera regione con un calo di casi positivi, e un saldo di meno 182 tra guariti e nuovi malati. Oggi abbiamo una riduzione imponente degli ospedalizzati 525 in totale, di cui 62 in terapia intensiva. Si registra anche una riduzione degli isolamenti domiciliari di 311 unità, segno che la circolazione del virus è molto rallentata, sono nove i decessi. In realtà i morti delle ultime 72 ore sono sei, in linea con il calo di mortalità registrato nelle ultime ore».

«Oggi - ha proseguito il presidente - le dosi somministrati sono state il 94% sul consegnato, al di sopra della media nazionale, siamo primi in classifica. Così come oggi abbiamo superato i 14mila vaccini, anzi siamo sopra ai 15mila vaccini nelle ultime 24 ore, segno che la campagna vaccinale sta muovendosi con grande rapidità. Oggi la Liguria ha il 28.95% di vaccinati con la prima dose contro una media di 25, 2 dell'Italia e un 14,53% di vaccinati con la seconda dose contro una media del 10,8% dell'Italia, in pratica un 3,75% di popolazione vaccinata in più sulla popolazione residente per le prime dosi e un 3.7% in più per le seconde dosi. Questa settimana siamo all'80% dei cittadini ultra 80enni vaccinati, la settimana prossima chiuderemo con gli ultra 70enni».

Il presidente ha ricordato che Regione Liguria ha diramato alle ASL la raccomandazione del ministro della Salute che uniforma i richiami di Pfizer e Moderna al 42esimo giorno. «Questo - ha sottolineato Toti - ci consentirà di aumentare le prime dosi, spostando in pratica di dieci giorni il richiamo e tutto ciò avrà un effetto positivo sulla riduzione dell'incidenza del virus».

«Oggi al tavolo della prefettura - ha concluso Toti - abbiamo deciso di portare all'80% la presenza degli studenti nelle scuole, una dimensione ritenuta compatibile dai nostri tecnici sia rispetto al trasporto urbano sia rispetto al virus. Chiaramente rispetteremo l'autonomia della didattica che si potrà dare un piano di arrivo all'80%».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vaccino coronavirus, Toti: «Ritengo che da giugno si andrà senza più fasce di età»

GenovaToday è in caricamento