Coronavirus

Hub a San Benigno, quasi 25 euro alla sanità privata per ogni ciclo vaccinale

«La remunerazione dell'attività prestata dalle strutture private è fissata in via forfettaria a 17,5 euro per ciclo vaccinale, più 7 euro per il completamento dell'attività logistica e amministrativa». Così il presidente di Regione Liguria Giovanni Toti in consiglio regionale

Nel corso della seduta del consiglio regionale di martedì 4 maggio 2021 sono state presentate due interrogazioni sul nuovo hub a San Benigno: una da Ferruccio Sansa (Lista Ferruccio Sansa presidente), sottoscritta dai colleghi del gruppo, la seconda da Sergio Rossetti (Pd-Articolo Uno) e sottoscritta dai colleghi del gruppo.

Sansa ha chiesto alla giunta le modalità con le quali è stata affidata la gestione dei locali dell'hub a San Benigno, il costo dell'operazione e le spese sostenute per l'immobile. Sansa ha rilevato che la Regione ha deciso di affidare la gestione dell'hub agli operatori privati della Casa della Salute e che lo stesso modello, a breve, dovrebbe essere previsto anche per Villa Serena in Albaro.

Rossetti ha chiesto alla giunta il dettaglio e l’entità dei costi diretti e indiretti (es: locazione spazi, utenze, allestimento, personale privato in convenzione, servizio di guardianaggio, ecc.) a carico del sistema allargato di Regione per il funzionamento del centro di San Benigno.

Il presidente della giunta con delega alla sanità Giovanni Toti ha spiegato che la vigente normativa nazionale, vista l’emergenza covid, consente di ricorrere alla sanità privata attraverso accordi quadro temporanei per cui la sanità privata mette a disposizione il personale mentre la Regione fornisce anche i vaccini e ha ricordato nel dettaglio i costi previsti dai diversi servizi effettuati.

«La scelta di stringere accordi quadro temporanei con la sanità privata - ha detto il presidente di Regione Liguria, Giovanni Toti -, in accordo con la normativa nazionale vigente, per portare avanti la campagna vaccinale ha contribuito in maniera determinante al fatto che la nostra regione sia la prima in Italia per vaccini somministrati in rapporto ai residenti e per vaccini somministrati sul consegnato. La ritengo una scelta giusta e opportuna».

«Per quanto riguarda i costi - ha spiegato Toti -, i privati mettono a disposizione il personale medico, infermieristico, amministrativo e organizzativo per la somministrazione dei vaccini forniti dal servizio sanitario regionale. La remunerazione dell'attività prestata dalle strutture private è fissata in via forfettaria a 17,5 euro per ciclo vaccinale, più 7 euro per il completamento dell'attività logistica e amministrativa. Nessun costo relativo alla disponibilità, alla gestione o alla manutenzione della struttura è addebitato a Regione Liguria o al Servizio sanitario regionale, essendo totalmente a carico del privato».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Hub a San Benigno, quasi 25 euro alla sanità privata per ogni ciclo vaccinale

GenovaToday è in caricamento