Requisiti 15mila camici chirurgici dalle Fiamme Gialle: andranno agli ospedali liguri

Il Secondo Gruppo della Guardia di Finanza di Genova ha intercettato la merce in porto a Pra'

Continua l'attività di controllo delle spedizioni di prodotti chirugico-sanitario da parte della Guardia di Finanza e dell'Agenzia delle Dogane.

Questa volta i finanzieri del II Gruppo di Genova hanno fermato un carico di 15mila camici chirurgici. La merce proveniva dalla Cina ed era destinata a una società di Locate, nel milanese.

Informato il Commissario Straordinario per l'emergenza covid-19 e ottenuta 'autorizzazione, le Fiamme Gialle hanno avviato la procedura di requisizione della merce, poi consegnata alla Protezione Civile Regione Liguria che provvederà alla successiva distribuzione.

L'attività della Guardia di Finanza di Genova e dei funzionari doganali dell'Ufficio SVA dell'Agenzia delle Dogane di Genova 2, è impegnata, in particolar modo in questo periodo, nel reperire quanto necessario per le richieste sanitarie del Paese in questa emergenza da covid-19.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente di caccia a Bolzaneto: muore 58enne colpito per errore

  • Travolta da uno scooter a Sant'Eusebio, muore in ospedale: «Ciao Ale»

  • All'asta le sneaker della Lidl. Anche mille euro per una taglia 38

  • Tragedia al San Martino, trovato morto paziente allontanatosi dal reparto

  • A passeggio dopo il coprifuoco: «Stiamo tornando a casa dopo una festa con amici». Multati

  • La risposta ligure alle scarpe della Lidl? Ci pensa il comico Andrea Di Marco con il Movimento Estremista Ligure

Torna su
GenovaToday è in caricamento