Coronavirus

"Dittatore del green pass", minacce di morte a Toti: "Non mi fate paura, denuncerò"

Il presidente della Regione posta i commenti ricevuti via Facebook dopo il suo appoggio all’ipotesi green pass obbligatorio e promette di passare alle vie legali: “Siete voi che limitate la nostra libertà”

Minacce di morte e insulti, principalmente sui social, dopo avere preso posizione (favorevole) sul green pass obbligatorio: il presidente della Regione, Giovanni Toti, ha voluto denunciare pubblicamente quanto gli sta accadendo nelle ultime ore, minacciando anche di presentare denuncia.

“Mi date del dittatore ma gli unici contro la libertà siete voi. Perché il vostro No al vaccino rischia di compromettere le libertà di tutti - ha detto Toti - Ma vi siete già dimenticati i tempi bui con migliaia di morti al giorno, quando pregavamo che il vaccino arrivasse al più presto e ora siamo divisi anche in questa battaglia? Io non lo accetto. Sappiate che da oggi denuncerò tutti gli insulti e gli auguri di morte che a migliaia sto ricevendo da quando per primo mi sono schierato con il Green pass”.

A corredo dello sfogo un’immagine in cui compare con una svastica in fronte e la scritta “dittatura” insieme con “menzogna perbenistta”, “lockdown repressione e “green passa ricatto”.

“Sappiate che non mi interessa perdere il vostro voto, perché non esiste colore politico nella lotta al covid - ha aggiunto il presidente della Regione, rispondendo anche a chi ha anticipato che non voterà mai per lui - Non chiuderemo più in casa per colpa vostra coloro che diligentemente e con senso civico hanno scelto il vaccino. Per quanto mi riguarda, il lockdown dovrà essere solo per i non vaccinati. Non mi fate paura e presto farò la seconda dose, grato alla scienza”.

Green pass obbligatorio, attesa per il nuovo decreto

Sul green pass intanto prosegue il dibattito anche a livello governativo, con un decreto atteso a ore in cui dovrebbero essere ufficializzate le linee guida per l’applicazione. Al momento sembra che in zona bianca sarà necessario esibire il green pass per accedere a spettacoli ed eventi (anche sportivi), consentendo però solo la prima dose di vaccino o il tampone negativo effettuato nelle 48 ore precedenti.

Resta ancora da sciogliere il nodo ristoranti: non è escluso che il governo decida, per il momento, di non subordinare gli accessi a quelli al chiuso al green pass, ma la decisione dovrebbe arrivare giovedì.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Dittatore del green pass", minacce di morte a Toti: "Non mi fate paura, denuncerò"

GenovaToday è in caricamento