Giovedì, 28 Ottobre 2021
Coronavirus

Green pass obbligatorio sul posto di lavoro: regole, multe e sanzioni

Il nuovo decreto del governo

Green pass obbligatorio nei posti di lavoro. La strada è ormai tracciata, giovedì 16 settembre il consiglio dei ministri estende l'obbligo di green pass a "tutti i lavoratori pubblici e privati in qualsiasi luogo di lavoro". 

Green pass obbligatorio nei posti di lavoro, da quando?

Il decreto che verrà approvato giovedì dal consiglio dei ministri prevede l'obbligo a partire dal prossimo 15 ottobre. La data è emersa dalla cabina di regia tra il premier Mario Draghi e le forze di maggioranza che si è tenuta a Palazzo Chigi. Al tavolo, apprende l'Adnkronos, non è arrivato un testo, ma c'è stato un confronto sulle misure che il governo si appresta ad adottare. Esclusi, naturalmente, quei lavoratori che, per comprovati motivi di salute, non possono vaccinarsi

Cosa succede ai lavoratori senza green pass?

I sindacati avrebbero preferito l'introduzione per legge dell'obbligo vaccinale, ma secondo quanto si apprende il Governo avrebbe constatato la difficoltà "nel controllare il rispetto dell'obbligo vaccinale su scala nazionale", sì quindi all'obbligo, ma solo per quello che riguarda il green pass. Secondo quanto appreso dall'agenzia Adnkronos i dipendenti che si presenteranno al lavoro senza green pass saranno considerati assenti ingiustificati. Quanto alle sanzioni il testo su cui verrà presa una decisione prevede la sospensione dal lavoro e stop allo stipendio dopo 5 giorni di assenza per coloro che sono sprovvisti di green pass. In sintesi, la stessa linea adottata per la scuola potrebbe invece essere adottata per gli altri lavoratori del pubblico e del privato. Se invece verranno sorpresi sul posto di lavoro senza il passaporto vaccinale (entrati dunque sfuggendo ai controlli) allora per loro scatterà anche una multa tra i 400 e i 1000 euro. 

I tamponi saranno gratuiti? 

Il nuovo decreto green pass, come spiega la nostra testata nazionale Today.it, sarà approvato oggi dal consiglio dei ministri e prevede l'obbligo per le farmacie di effettuare tamponi a prezzi calmierati: 15 euro e otto euro per i minori. Saranno invece gratuiti i tamponi per tutti i soggetti fragili che non si possono vaccinare. 

Obbligo di green pass anche per i parlamentari

Il green pass diventerà obbligatorio per accedere a luoghi di lavoro e riguarderà tutta la pubblica amministrazione, compresi gli organismi amministrativi e elettivi, lo riporta Today.it. L'indicazione del governo è che possa valere per tutte le cariche elettive compresi quindi deputati e senatori. Tuttavia i tre organi costituzionali si dovranno autoregolamentare per adeguarsi in coerenza. Così il Parlamento dovrà ovviamente provvedere in autonomia a imporre l'obbligo ai suoi componenti ma questa sarà l'indicazione del governo. 

Toti: "Ampia estensione per evitare obbligo vaccinale"

"Il governo ha convocato le Regioni per illustrarci un provvedimento che, per quanto mi riguarda, auspico sia il più largo possibile. Se l'estensione dell'obbligo di green pass a tutti i settori produttivi del Paese verrà fatta, forse eviterà un'ulteriore stretta verso l'obbligo vaccinale". Così il presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti, a margine dell'inaugurazione della 61esima edizione del Salone nautico di Genova. "Vedremo le decisioni del governo e vedremo come reagiranno i cittadini italiani che, per la maggior parte, hanno agito con grande senso di responsabilità: se oggi siamo qui, è così- prosegue il governatore- il green pass nei posti di lavoro equivale alle norme anti infortunistiche, equivale alla lotta al lavoro nero, è una grande battaglia di sicurezza e di civiltà a cui nessuno può sottrarsi".

Il nuovo decreto in sintesi

Le nuove disposizioni equiparano i lavoratori del pubblico e privato a quelli della scuola e prevedono la sospensione dello stipendio dopo 5 giorni per i lavoratori che non si adeguano: rivediamo quindi in sintesi cosa cambia: 

  • Il nuovo decreto in vigore dal 15 ottobre.
  • Green pass obbligatorio per statali e lavoratori del settore privato.
  • Sospensione dal lavoro per gli statali.
  • Multe per chi elude i controlli e per i datori di lavoro che non fanno rispettare norme.
  • Obbligo di green pass per accedere a luoghi di lavoro nel mondo privato sarà esteso anche alle attività di volontariato e a quelle equiparabili.
  • Farmacie dovranno sottoporre i tamponi a prezzo calmierato.
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Green pass obbligatorio sul posto di lavoro: regole, multe e sanzioni

GenovaToday è in caricamento