Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Coronavirus

Il 18 marzo è la Giornata in ricordo delle vittime del covid: anche a Genova un minuto di silenzio

Il 18 marzo è diventato ufficialmente il giorno in cui si ricordano i morti della pandemia e si celebra l'impegno degli operatori sanitari. Il Comune di Genova partecipa con il vicesindaco Pietro Piciocchi

Anche il Comune di Genova aderisce alle iniziative messe in campo dai sindaci italiani per ricordare le vittime del coronavirus e onorare il sacrificio e l’impegno degli operatori sanitari.

Dopo la notizia della candidatura dei medici e degli infermieri italiani al Premio Nobel per la Pace, è arrivata infatti anche quella dell’approvazione in Senato della legge che istituisce la Giornata nazionale in ricordo delle vittime del covid, che dal 2021 in poi si celebrerà ogni 18 marzo.

Il giorno scelto non è casuale, perché il 18 marzo del 2020, quando la pandemia aveva appena iniziato a infuriare, si registrò il numero più alto di decessi, ben 2.978. Per giovedì è dunque prevista la visita del presidente del consiglio Mario Draghi a Bergamo, città tra le più colpite dal virus, e anche Genova ha deciso di aderire all’invito che Anci ha rivolto ai rappresentanti dei Comuni italiani, chiedendo di ritrovarsi davanti ai municipi con la fascia tricolore per osservare un minuto di silenzio alle 11 al cospetto della bandiera italiana esposta a mezz’asta. 

Per Genova parteciperà il vicesindaco, Pietro Piciocchi. Al 17 marzo, i morti per coronavirus nel mondo sono erano 2.660.422, in Italia 103.432 su oltre 3,2 milioni di casi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il 18 marzo è la Giornata in ricordo delle vittime del covid: anche a Genova un minuto di silenzio

GenovaToday è in caricamento