Gaslini, l'anonima (e profumata) donazione: decine di mazzi di fiori alle infermiere

Il carico è stato recapitato all'ospedale pediatrico mercoledì pomeriggio, un modo per ringraziare il personale sanitario che continua ad assistere i più piccoli

Li hanno recapitati in ospedale all’improvviso, senza biglietto e senza firma, un modo per rendere omaggio a chi ogni giorno assiste i più fragili e indifesi, i bambini: decine di mazzi di fiori per le infermiere del Gaslini, l’ospedale genovese che si occupa dei più piccoli e che in questi giorni di lotta al coronavirus mantiene la guardia alta pur non dovendosi occupare - fortunatamente - di molti casi.

«Un donatore anonimo ha deciso di regalare un momento di profumata bellezza alle nostre meravigliose infermiere per incoraggiarle nel loro difficile lavoro quotidiano a favore dei piccoli pazienti del Gaslini», fanno sapere dall’Istituto Giannina Gaslini, immortalando le colorate e profumate composizione arrivate mercoledì pomeriggio.

«Non sappiamo chi sia, i fiori sono arrivati senza mittente», confermano dalla direzione del Gaslini, che ha subito accolto l’invito e distribuito i fiori alle infermiere. A oggi l’ospedale pediatrico ha in cura un solo caso di coronavirus, un bimbo trasferito dalla Asl 4 che è in buone condizioni di salute. Un altro bimbo accompagnato martedì è stato dimesso: lievissimi i sintomi, che consentivano il decorso a casa.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il personale sanitario sta però, ovviamente, continuando ad assistere i pazienti già ricoverati, mantenendo la guardia altissima soprattutto alla luce dell'emergenza legata al coronavirus. E proprio in questi giorni di difficoltà, ha adottato una serie di provvedimenti specifici: oltre a dividere i percorsi per chi accede, ha avviato anche un progetto di sostegno a distanza con sportelli dedicati disponibili telefonicamente o via mail diversificati a seconda che si tratti di bambini, famiglie o operatori sanitari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Accensione riscadamento 2020: a Genova i termosifoni si accendono dal 14 ottobre

  • Coronavirus: chiusi h24 e sale giochi in tutta la città, i provvedimenti per le zone "rosse"

  • Coronavirus, in arrivo la nuova ordinanza per Genova

  • Covid: i confini delle nuove "zone rosse" di Genova, strada per strada, e cosa è vietato fare

  • Coronavirus e ipotesi lockdown, Bassetti: «Coprifuoco opportuno per Genova, Milano e Roma»

  • Coronavirus: in arrivo un nuovo Dpcm, sembra escluso il 'coprifuoco'

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
GenovaToday è in caricamento