menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Arriva il "funerale sociale", tariffe agevolate in base all'Isee

L'iniziativa è stata lanciata da Asef, azienda partecipata del Comune di Genova, per venire incontro alle necessità di famiglie genovesi colpite da un lutto in piena crisi economico-finanziaria conseguente alla pandemia covid

Funerali a prezzi agevolati in base all'Isee. Questa l'iniziativa (denominata “funerale sociale”) lanciata da Asef, azienda partecipata del Comune di Genova specializzata in onoranze e trasporti funebri, per venire incontro alle sempre crescenti necessità di famiglie genovesi, colpite da un lutto in piena crisi economico-finanziaria conseguente alla pandemia covid-19.

L’accesso alle consistenti agevolazioni è correlato all’Isee (Indicatore della situazione economica equivalente) della persona che organizza il servizio funebre. I prezzi sono reali e trasparenti e includono tasse, diritti di trasporto, inumazione o eventuale cremazione. Sono state identificate quattro fasce di Isee che danno accesso ad agevolazioni decrescenti, comprese tra 0 e 13.000 euro. Il funerale per inumazione, nella prima fascia (Isee da 0-5000 euro) costerà al cittadino 1100 euro; nella seconda fascia (Isee da 5000-7500 euro) avrà un costo di 1300 euro; nella terza fascia (Isee da 7500 a 9000 euro) 1400 euro; nella quarta fascia (Isee da 9000 a 13000 euro) un costo massimo di 2100 euro. In caso di cremazione, il costo dei servizi risulterà leggermente maggiorato. In tutti i casi sarà possibile rateizzare, ad interessi zero, il pagamento del servizio funebre. L’iniziativa sarà accessibile già dal primo di febbraio.

Per dare copertura finanziaria al piano di agevolazioni, la direzione di Asef ha raddoppiato il volume del fondo sociale, già esistente in seno alla partecipata comunale ed utilizzato negli anni scorsi per aiutare cittadini in comprovate difficoltà. Nel 2020 hanno avuto accesso ad agevolazioni 109 famiglie per un totale di oltre 40mila euro erogati da Asef a copertura degli sgravi accordati.

«Nel 2020, a Genova, il numero dei servizi funebri è aumentato, rispetto al 2019, del 23 per cento - esordisce Franco Rossetti, dirigente amministrativo e gestionale di Asef - Questa crescita, in larga misura, è direttamente proporzionale al diffondersi della pandemia da covid 19. Che, come evidente, ha avuto e sta avendo anche una ricaduta molto negativa sul tessuto socioeconomico cittadino». 

Questo il presupposto che ha indotto la dirigenza di Asef ad allargare la platea di cittadini che possano accedere a forti sconti per i funerali. «Asef è una società partecipata del Comune di Genova - prosegue Rossetti - Tra i suoi obiettivi, quello principale è di essere al fianco dei cittadini nel momento della difficoltà. L’azienda ha una chiara valenza sociale ed oggi possono avere bisogno di aiuto famiglie che, prima della pandemia, erano economicamente tranquille, pensiamo ai lavoratori in cassa integrazione o agli operatori commerciali che in questi mesi hanno visto azzerate o fortemente ridotte le attività». 

I prezzi dei servizi funebri verranno concordati con i cittadini dagli addetti alla rete commerciale in servizio nelle varie agenzie Asef dislocate sul territorio. «Le tariffe saranno esposte dal personale e applicate in piena trasparenza - commenta Maurizio Barabino, amministratore unico di Asef - Sono comprensive di tutte le voci di spesa che compongono un servizio funebre, diritti e cremazione compresi. E danno diritto a funerali di qualità elevata, negli standard che contraddistinguono la nostra azienda». 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Caligo: Genova si sveglia (ancora) nella nebbia, le foto più belle

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento