Coronavirus

Amt: più bus nel weekend, ripartono cremagliera di Granarolo e ascensore di Quezzi

Dopo la prima settimana di fase 2, la partecipata del Comune ha apportato alcune modifiche al servizio per adeguarlo alla domanda

Al termine della prima settimana di fase 2, Amt ha deciso di modificare ulteriormente il servizio per adeguarsi alla domanda di trasporto pubblico in città. Le modiche riguardano i bus nel fine settimana, gli impianti verticali e i servizi integrativi.

Dal 9 maggio, prevedendo un possibile aumento dei passeggeri che si spostano anche nel fine settimana, il servizio bus sarà intensificato al sabato e alla domenica rispetto al weekend precedente, con maggiori corse durante il giorno. 

Da lunedì 11 maggio, invece, riprenderanno il servizio la cremagliera di Granarolo e l’ascensore di Quezzi. La cremagliera di Granarolo, terminati gli interventi sulla massicciata che hanno interessato la zona vicina alla fermata di San Rocco, sarà di nuovo in servizio dal lunedì al sabato dalle ore 6.00 (prima corsa da Granarolo) alle 20.20 (ultima corsa da Principe). Nei festivi la cremagliera sarà aperta dalle ore 8.00 (prima corsa da Granarolo) alle ore 21.00 (ultima corsa da Principe). 

Con la riapertura della cremagliera non sarà più attivo il servizio bus sostitutivo G1. Anche l’ascensore di Quezzi, chiuso nella fase 1 dell’emergenza sanitaria, sarà nuovamente aperto al pubblico con il consueto orario, dal lunedì al sabato dalle ore 6.50 alle ore 19.50.

Da lunedì 11 maggio novità anche per le linee bus integrative e i servizi Taxibus, che riprenderanno il consueto orario feriale.

I nuovi orari saranno consultabili sul sito Amt e sulla App: «In questo particolare momento può risultare ancora più utile l’utilizzo della App - consigliano da Amt - che consente la consultazione in tempo reale degli orari di arrivo dei bus, così da recarsi alla fermata in prossimità dell’arrivo dei mezzi».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Amt: più bus nel weekend, ripartono cremagliera di Granarolo e ascensore di Quezzi

GenovaToday è in caricamento