Federfarma: «Chiediamo dispositivi di protezione». Ad Arenzano staff di una farmacia in quarantena

Per Federfarma «quando chiude una farmacia viene meno sul territorio un importante punto di riferimento per i cittadini»

Più dispositivi di protezione per titolari e collaboratori delle farmacie: è la richiesta disperata di Federfarma, tramite il presidente Marco Cossolo, che arriva proprio venerdì 20 marzo, uno dei giorni più "bui" per l'emergenza coronavirus in Italia. E lo stesso giorno, in provincia di Genova, una farmacia è rimasta temporaneamente chiusa per quarantena.

«Il contagio di un collega -  scrive Cossolo sul sito ufficiale di Federfarma, riferendosi in particolare alla scomparsa di un farmacista di Saint-Vincent deceduto per coronavirus, ma evidenziando un problema che riguarda tutte le farmacie italiane - comporta la chiusura di una farmacia e il venir meno sul territorio di un importante punto di riferimento per i cittadini. Mi stringo a tutti i colleghi e li ringrazio ancora una volta per l’impegno con cui riescono ad assicurare assistenza farmaceutica alla popolazione in questo momento di estrema emergenza per tutto il Paese»..

La richiesta di Federfarma arriva anche dal Presidente della Federazione degli Ordini dei Farmacisti Italiani, Andrea Mandelli: anche ai farmacisti di comunità, per Mandelli, devono essere destinati i mezzi di protezione previsti per gli altri professionisti della salute per tutelare farmacisti, pubblico, e lo stesso servizio farmaceutico, indispensabile sui territori in questo momento.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ad Arenzano intanto il personale di una delle tre farmacie del paese, la farmacia Chiappano, è momentaneamente in quarantena (questo comunque non vuol dire che ci siano casi positivi). La direzione della farmacia in una nota diffusa sul web ha precisato che «già da sabato 7 marzo lo staff delle farmacie Chiappano e Alla Marina sono stati separati a scopo precauzionale. In questo modo la Farmacia Alla Marina può continuare ad operare in sicurezza per il personale ed i cittadini. Confidiamo nella vostra comprensione, e vi incoraggiamo a seguire rigorosamente le indicazioni istituzionali».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, nuove regole in Liguria: alle superiori lezioni a casa a rotazione, "coprifuoco" in 4 zone di Genova

  • Covid, il coprifuoco per frenare il contagio: cosa succede nelle zone rosse. Ospedali in affanno

  • Dialetto curioso: "massacan", da dove deriva questa parola antichissima?

  • Bassetti: «In ospedale al primo sintomo influenzale per la paura che è stata trasmessa»

  • Non rispettano tempi di riposo, pioggia di multe per autisti di mezzi pesanti

  • Il postino di "C'è posta per te" arriva a Torriglia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
GenovaToday è in caricamento